Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

17enne pestato dal branco in centro a Palestrina. Gravi lesioni a un occhio

Ennesima aggressione a Palestrina in pieno centro storico. A farne le spese questa volta è stato Cristiano, 17 anni, colpito in volto da alcuni ragazzi più grandi di lui.

È accaduto sabato scorso intorno alle 23.30, sotto il monumento di Pierluigi da Palestrina in Piazza Regina Margherita. Giunto al vicino pronto soccorso il ragazzo è stato trasferito al centro oftalmico di Roma per le gravi lesioni riportate ad un occhio. Episodio simile si era verificato a fine luglio, ai danni di Giorgio un altro giovane pestato a sangue nel centro storico prenestino senza alcun motivo.

La ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione Cristiano sarebbe stato accerchiato da 4,5 ragazzi più grandi, colpito in faccia a pugni. Il ragazzo sarebbe caduto a terra e qui ancora una volta nonostante perdesse vistosamente sangue dall’occhio l’aggressione sarebbe continuata in maniera inaudita. Solo la presenza di alcuni passanti avrebbe distratto il branco che così avrebbe fatto perdere le tracce. Sul caso ora indagano i carabinieri che stanno vagliando tutte le testimonianze.

Il consigliere Manuel Magliocchetti, raggiunto al telefono dalla zia del giovane per portare all’attenzione del consiglio comunale l’accaduto, presenterà un’interrogazione scritta in cui si chiede al Sindaco quali azioni si intendono mettere in campo sul fronte sicurezza.

“Faccio appello alla sensibilità di tutti i cittadini che sabato sera possono aver visto o esser stati testimoni di questa aggressione, di riferire immediatamente alle autorità competenti – dichiara il consigliere Manuel Magliocchetti- una comunità civile si vede anche da queste cose. Questi episodi non sono più ammissibili e per questo non si può rimanere indifferenti. A giugno – continua Magliocchetti- è toccato a Giorgio, ora a Cristiano, può essere il figlio di ognuno di noi, girarsi dall’altra parte non risolve certo una problematica seria che tutti noi abbiamo il dovere di affrontare.