Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

250 articoli per uscire dall’emergenza Coronavirus: ecco le nuove misure del Governo italiano


In conferenza stampa il premier Conte anticipa misure per il turismo, le piccole e medie imprese e le famiglie.

250 articoli per un totale di 55 miliardi pari a due leggi di bilancio. È questo il testo del nuovo decreto economico per l’emergenza approvato dal Consiglio dei Ministri che ora passa al vaglio del Parlamento. In conferenza stampa il premier Conte anticipa misure per il turismo, le piccole e medie imprese e le famiglie. “Ce l’abbiamo messa tutta per rafforzare bonus per autonomi e contributi per le famiglie. Non ci sono sfuggiti i ritardi e porremo rimedio”.

25,6 miliardi per i lavoratori per rafforzare cassa integrazione e bonus per autonomi. I bonus per gli autonomi e professionisti saranno erogati nelle prossime ore da subito e integrati fino a mille euro nelle prossime settimane. Cospicui gli interventi per le piccole e medie imprese, tagliando tasse e mettendo a disposizione nuovi fondi a fondo perduto.

In arrivo sconti fiscali per ristoranti e cinema e contributi per gli affitti. 

1,4 miliardi per la scuola, per consentire gli esami in sicurezza e stabilizzare i docenti (16mila posti).

 “Voglio ricordare che per parrucchieri, bar e ristoranti prevediamo da un minimo di 2mila euro fino a un massimo di 40mila euro a fondo perduto”. dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Per i lavoratori dello spettacolo ci sarà un’indennità di 600 euro per i m mesi di aprile e maggio.

 “E’ stato un lavoro intenso, abbiamo approvato un decreto imponente sia per le risorse sia per gli indirizzi, da una lato sosteniamo famiglie e imprese, dall’altro mettiamo le basi per la ripresa dell’economia”. “Abbiamo delle risorse molto importanti per aiutare le imprese, soprattutto dei settori ricettivi, ad affrontare le spese per poter adeguarsi ai nuovi requisiti sanitari e prudenziali che il coronavirus richiede e stanziamo ben ben 2 miliardi per questo”.

Ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in conferenza stampa.