Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

4,4 milioni evasi al fisco. Nei guai noto panettiere di Artena


I beni sequestrati avrebbero un valore pari all’ammontare delle imposte evase dall’imprenditore

Avrebbe nascosto al fisco quasi quattro milioni e mezzo di euro ed evaso l’Iva per 350 mila euro, è questa l’accusa da parte della Guardia di Finanza della compagnia di Colleferro nei confronti di un panettiere di Artena. Il giudice del Tribunale di Velletri ha così fatto scattare il sequestro per equivalente di un laboratorio per la lavorazione delle farine e di due immobili di un valore pari ad un milione e 200 mila euro per i reati commessi dal 2015 al 2019.

Il panettiere dovrà ora rispondere dei reati di occultamento delle scritture contabili, dichiarazione infedele e omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Iva. I beni sequestrati avrebbero un valore pari all’ammontare delle imposte evase dall’imprenditore.

L’operazione si inquadra nella più ampia azione di contrasto della Guardia di Finanza di Roma all’economia sommersa e alle frodi fiscali che, oltre a sottrarre ingenti risorse finanziarie allo Stato, alterano le regole del mercato e danneggiano i cittadini e gli operatori onesti.

LEGGI ANCHE
CLICCA SULL’OFFERTA