Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Colpito da una rara forma di meningite: 15enne di Palestrina salvo “per miracolo”

di Carmine Seta

 

“Sei forte squalo, ce l’hai fatta”. Così recitava lo striscione esposto ieri dagli amici di Lorenzo, ragazzo di 15 anni di Palestrina colpito da una rara forma di meningocco.

Una giovane vita “normale” stravolta da un batterio giudicato “molto pericoloso” dalla scienza e di cui ancora non si conosce l’origine. 

a Palestrina

Tutto è iniziato domenica scorsa con una febbre. Sembrava un’influenza come tante e invece Lorenzo inizia a peggiorare di ora in ora. È lui stesso a chiedere ai genitori di  portarlo in ospedale per quel dolore insopportabile alla testa che non vuole andare via.

Lorenzo arriva mercoledì all’ospedale di Palestrina in condizioni critiche.

Per l’equipe medica del pronto soccorso di Palestrina la prima diagnosi è quella di meningite. Lorenzo viene trattato in maniera tempestiva e mirata, poi viene trasferito all’ospedale Umberto I di Roma nel reparto di terapia subintensiva. Spasmi, convulsioni e una febbre incontrollabile. La perdita di conoscenza fa scattare subito un campanello d’allarme.

Sono le ore più drammatiche per questa famiglia di Palestrina, che rivolge le proprie preghiere al Signore per la vita di questo ragazzo che ha sempre avuto un sogno fin da bambino: diventare un parrucchiere.

Un sogno che Lorenzo sta coltivando da tempo frequentando una scuola del territorio.

a Colle Martino

Quelle preghiere sono state esaudite.

Venery scorso Lorenzo si è svegliato e il suo ritorno alla vita è stato accolto con una festa da tutti gli amici.

E’ stato un miracolo – ha detto il papà Walter. Vorremmo ringraziare dal profondo del cuore i medici del pronto soccorso di Palestrina per il lavoro straordinario. Senza di loro probabilmente mio figlio non ce l’avrebbe fatta. Oggi Lorenzo si è alzato e pian piano tornerà a fare la vita di prima”.

Fin da bambino Lorenzo aveva portato a termine il ciclo vaccinale obbligatorio.

La diagnosi dei medici è per ora “meningococco di tipo B”, un batterio che può causare un‘infezione delle membrane che circondando il cervello e il midollo spinale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: