Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

A Cassino i campionati assoluti di scherma: l’evento sportivo della ripartenza


L’iniziativa della federazione italiana scherma in collaborazione con il consorzio sviluppo industriale Lazio meridionale. Cinque giorni di gare, circa 800 atleti attesi in pedana

Cinque giorni di gare, circa 800 atleti attesi in pedana e sei titoli nazionali individuali da assegnare dopo il rinvio forzato dell’edizione dello scorso anno a causa della pandemia. La Federazione Italiana scherma in collaborazione con il consorzio industriale Lazio (COSILAM) guidata da Marco Delle Cese presenta a Cassino i campionati assoluti di scherma.

“Un’edizione speciale, memorabile. Perché sono i Campionati Italiani Assoluti della ripartenza e la ripresa è una gioia per tutti noi”. Con queste parole che Paolo Azzi, presidente della Federazione Italiana Scherma, ha salutato la manifestazione in programma fino a domenica 30 maggio sulle pedane del Polo logistico “Cosilam” di Piedimonte San Germano.

Ha salutato con entusiasmo la kermesse tricolore nella sua città il sindaco di Cassino, Enzo Salera, in conferenza stampa con il rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Giovanni Betta, il presidente del Cus Cassino, Carmine Calce, il numero uno del Cosilam, Marco Delle Cese, il primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, il presidente del Comitato regionale Federscherma Lazio, Claudio Fontana, il responsabile della sezione scherma del Cus Cassino, Aldo Terranova, il consigliere della Regione Lazio, Sara Battisti, il responsabile sport della Regione Lazio, Roberto Tavani, il presidente della Banca Popolare del Cassinate, Vincenzo Formisano, e l’assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Cassino, Mariaconcetta Tamburrini.

Il programma di gara si è aperto mercoledì 26 maggio, con l’assegnazione del primo titolo italiano assoluto del 2021, quello del fioretto femminile. Oggi è toccato al fioretto maschile e domani spazio alla spada femminile mentre sabato 29 sarà la volta della spada maschile. Domenica 30 gran finale con le due gare di sciabola.

Aldo Terranova, responsabile del Cus Cassino Scherma, colui che ha portato la scherma in città ed è riuscito con la sua tenacia ad ottenere gli Assoluti a Cassino, spiega: «Avremo l’opportunità di ospitare l’ultimo grande evento prima delle Olimpiadi. Ogni gara vedrà dai 150 ai 200 partecipanti, con la presenza dei big che poi ci andranno a rappresentare a Tokyo. In totale avremo oltre 800 atleti: ogni giornata sarà dedicata a una delle tre armi della scherma. Inizieremo mercoledì 26 dalle 10 alle 18 con il fioretto femminile; il giorno seguente il fioretto maschile; venerdì spada femminile; spada maschile il sabato. La sciabola, siccome è un’arma che è molto più veloce, si farà in una sola giornata: quella di domenica 30. L’unica nota dolente è che non potrà esserci il pubblico in presenza. Chi vorrà potrà però assistere alle gare tramite il canale Tv della Federazione Italiana Scherma. Anche l’emittente Tele Universo che farà tre dirette: il fioretto maschile il 27; il 29 la spada maschile; il 30 la sciabola maschile e femminile».