Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

A Castel San Pietro l’attesa anteprima di “C’era una volta Hillwood”

a cura della redazione

L’idea originaria è di Igor Geat appassionato e competente operatore culturale che da anni affianca alla sua attività professionale progetti specifici destinati alla reinterpretazione, rivalutazione e promozione del territorio.

“ C’ERA UNA VOLTA HILLWOOD”, parla anche di questo quando si riferisce a Porry e alla sue idee lungimiranti ma parla anche di quanto le idee facciano ancora paura quando sono libere da condizionamenti. 

SINOSSI

2020. SONO PASSATI CENTO ANNI DAL VENTENNIO FACISTA E DUE GIOVANI VIDEOMAKARE ROMANI, VITTORIO ED ELIA, DURANTE IL LORO PERCOSO DI FORMAZIONE IN UNA SCUOLA DI CINEMA DELLA CAPITALE, SI GUDAGANANO DA VIVERE RICOLORANDO VECCHIE PELLICOLE DI REPERTORIO PER L’ISTITUTO LUCE. I DUE HANNO UNA SPIETATA PASSIOINE PER CINEMA E VANNO A CACCIA DI STORIE AFFASCINANTI DA DOCUMENTARE. GRAZIE A UNA MODESTA PUBBLICAZIONE, SI IMBATTONO IN PORRY PASTOREL, PERSONAGGIO UNICO, NOTO PER ESSERE STATO IL FOTOGRAFO DEL DUCE. AFFASCINATI, SEGUONO LA SUA FIGURA, TANTO EVANESCENTE QUANTO PRAGMATICA, IGNARI DEL PESO DELLA STORIA SUL PRESENTE.

LA GRANDE STORIA – LE PICCOLE STORIE” 

Grazie a un intenso lavoro di studio, ricerca e interpretazione di storie e vicende significative che appartengono al territorio dei Monti Prenestini, dei Castelli Romani e dalla Campagna Romana, Aps OFFROME, nel 2020, ha avviato la sua attività di scoperta, valorizzazione e promozione dei Siti di interesse Storico-Archeologico, paesaggistico della Regione Lazio creando una connessione tra i territori del “Fuori Roma” e la Capitale traendo spunto da personalità significative.

Il Progetto denominato Le Vie del Cinema – “Sulle Tracce di Porry Pastorel” nasce grazie agli itinerari turistico – culturali ideati da Off Rome, tra i quali, di notevole interesse si sono rivelati i percorsi legati al Cinema e alla scoperta di location cinematografiche dei territori fuori Roma.

Gli itinerari hanno consentito a molti giovani viaggiatori culturali di scoprire, oltre all’indiscusso valore monumentale e paesaggistico dei luoghi visitati, quei luoghi che si sono prestati, negli anni, ad accogliere le troupe di Cinecittà, diventando location elettive per le riprese anche grazie alla vicinanza geografica con gli Studios.

Tra i tanti comuni visitati, ciascuno con specifiche peculiarità ed eccellenze, l’attenzione è stata posta sullo splendido Borgo di Castel San Pietro Romano, noto come “Il Borgo del Cinema”.
In seguito ad una attenta analisi delle potenzialità espresse dal luogo nasce l’idea di girare a “Castello”, così come tutti lo chiamano, il Film “C’era una volta Hillwood”– sulle tracce del fotoreporter Porry Pastorel, Il fotografo che immortalò il Duce!

 

Il progetto, ideato e diretto da Igor Geat, oltre l’interesse e la partecipazione dell’Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Romano, nella persona del Sindaco Gianpaolo Nardi e dell’Assessore alla Cultura Maria Rosicarelli, ha trovato il favore della LUC – Libera Università del Cinema di Roma, diretta da Fiorenza Scandurra e del C.A.M.I. (Centro Artistico Multimediale italiano), oltre l’APS Off Rome Tour.
Una partnership importante che ha dato vita ad una coproduzione cinematografica che sta consentendo di realizzare un “Film” che intreccia la vita e la biografia del noto fotoreporter Porry Pastorelad una vicenda umana di cui sono protagonisti due giovani videomaker che si avventurano nella Campagna Romana a caccia di storie da documentare e raccontare.

Il teaser è stato presentato con successo di pubblico e critica alla festa del Cinema di Roma il 21 ottobre 2023 nello spazio lazio Terra di Cinema.

DA PANE AMORE E FANTASIA A HILLWOOD

Castel San Pietro Romano torna ad essere un set cinematografico e la comunità partecipa a questa importante iniziativa che mette in luce una figura chiave nella lettura del ‘900.

 

 

 

 

Ci sono voluti circa due anni per trovare il cast e le condizioni perottimali per coinvolgere i paesi e il territorio Roma. Le riprese sono state realizzate tra Castel San Pietro, Roma, Anzio, Zagarolo, Palestrina, Cave e Vittorio Veneto in provincia di Treviso, potendo contare su una formula vincente che affianca professionisti a giovani cineasti e stakeholder in un unicum produttivo efficace e competente.

Le riprese sono termite presso lo Spazio Officine CreAttive di Zagarolo a ottobre 2024 e secondo le indiscrezioni avrà il sapore della commedia all’Italiana non trascurando una profonda riflessione sulle contraddizioni dell’animo umano e del peso della storia sul presente, l’essere umano “E’ incline al sorriso e al pianto” e in questa opera ci diverte fino ad assaporare l’amarezza. 

Sembra che gli ingredienti ci siano tutti compreso il cast, molti gli attori veterani che hanno sposato il progetto: Claudio Spadaro, Alberto Caneva, Michetta Farinelli, Francesca Nunzi, Patrizia Salerno e Giuseppe (Pino) de Matti, inoltre moltissimi giovani attori hanno potuto apprezzare, oltre l’interessante vicenda oggetto della sceneggiatura, la bellezza di Castel San Pietro Romano che ancora oggi, a 70 anni da “Pane Amore e Fantasia”, è tornato ad essere un set cinematografico.
Tra i giovani attori ricordiamo Matteo Bossoletti, Leonardo Caneva, Margherita Dongu, Matteo Savo, Pietro Passi e tante altre figurazioni.

Claudio Spadaro (Mussolini), Pino de Matti (Porry) , Igor Geat(Regista)

Di significativa importanza il coinvolgimento della Libera Università del Cinema diretta Fiorenza Scandurra e la Panatronicsdi Riccardo De Santis e Riccardo Mangiarotti, che hanno consentito di girare con attrezzatura di avanguardia e video-camere RED di ultima generazione; preziosa la presenza di Jessica Giaconi, DOP e membro consigliere dell’ AIC, che ha potuto contare su una location molto stimolante per il settore della fotografia cinematografica, dei giovani partner e fornitori di servizio di Off Rome, che oltre ad un percorso di formazione con la RED hanno potuto vivere l’esperienza di un set professionale. 

…E SEMPRE A LUGLIO SI TORNERA’ A GIRARE A CASTEL SAN PIETRO IL TEASER DEL NUOVO FILM DI IGOR GEAT…” LA STAFFETTA DEI CIELI”- SEMPRE DEDICATO A PORRY!

Il progetto infatti dopo aver ricevuto il patrocinio del comune di Castel San Pietro, di Roma Lazio Film Commission e della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio oltre della Banca del centro lazio di Palestrina e di molti altri enti ha in cantiere “ Le Vie del cinema” con l’avvio delle riprese del novo film di Igor Geat “ LA STAFFETTA DEI CIELI” il cui soggetto è stato condiviso con il regista e sceneggiatore Marco Colli e gli attori Claudio Spadaro e Pino De Matti e con la Libera Università del Cinema al fine di mettere in contatto gli allievi del Master  con questa importante figura del ‘900 e consentire loro di cimentarsi nella scrittura di alcune scene che potranno essere utilizzate per promuovere il nuovo film di cui vi diremo presto.

 

Questa esperienza ha innescato un processo virtuoso legato alla formazione anche con gli Istituti del Territorio, grazie all’Istituto Rosario Livatino e l’Istituto Eliano Luzzatti che con specifiche convenzioni relative ai programmi di PCTO hanno potuto vivere la magia del set, un ringaziamento alla SwallowTravel di Alessandro Paspucci per i trasferimenti e logistica mezzi.

Da non trascurare anche la grande accoglienza dei ristoratori e dei B&B di castello ,“Il Giardino Panoramico”, “ Clemeticchio”, “Il casale delle Gineste, che hanno consentito alla troupe e al cast di degustare le delizie locali anche “fuori orario” confermando che l’accoglienza è il biglietto da visita di un Borgo che punta anche sul turismo.

L’obiettivo dell’APS Off Rome Tour, nata nel 2020 grazie ad un importante contributo dell’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Lazio e del Comune di Zagarolo, è sempre stato quello di creare una rete tra i Comuni e di implementare il network degli operatori culturali a sostegno di una attività di qualità e spessore culturale.