Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

A Poli nasce il nuovo Parco della Contea


Il via libera della Regione Lazio: ecco di cosa si tratta

La Giunta regionale, nella riunione di ieri, con delibera n. 17469/2020, ha approvato il finanziamento al Comune di Poli di euro 579.157,82per la realizzazione di un parco pubblico attrezzato in località Contea.

“E’ una magnifica notizia – ha dichiarato Nando Cascioli, Assessore ai Lavori Pubblici – che premia la progettualità del nostro Comune. Da tempo, avevamo intrapreso concretamente l’iter amministrativo per ottenere questo stanziamento, che ci permetterà di mettere a disposizione dei cittadini una vasta area verde attrezzata a ridosso dell’Istituto Santo Stefano, tra via del Condotto e via Regina Margherita”.


Il progetto prevede la realizzazione di un anfiteatro da destinare a manifestazioni culturali e musicali, spazi adibiti a ludoteca esterna, in cui si svolgeranno le attività “mirate” per i bambini, un punto informativo e aree equipaggiate per il fitness all’aperto.

“E’ d’obbligo, da parte mia, ringraziare il Consigliere regionale On. Marco Vincenzi e l’Assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio Mauro Alessandri per l’attenzione e la sensibilità dimostrate nel lungo, e periodico, confronto con il Comune. Ringrazio, inoltre, Enrico Procesi, responsabile dell’ufficio tecnico comunale, per la cura, l’impegno e la competenza con le quali ha seguito passo passo la procedura che ha condotto a questo brillante risultato” ha concluso Nando Cascioli.

“Il Parco della Contea – è intervenuto il Sindaco Federico Mariani – è l’attuazione di uno dei punti del nostro programma elettorale. Ma non è la sola opera pubblica che abbiamo seguito in questo periodo. Nonostante la pandemia, non ci siamo mai fermati e molte sono gli interventi che si stanno concretizzando e dei quali daremo comunicazione nei prossimi giorni. Quanto alla nuova area verde, essa è stata concepita in risposta alle esigenze dei cittadini, che più volte avevano chiesto e sollecitato nuovi spazi per soddisfare le necessità di un’ampia fascia di utenti, sia in termini di età che di accessibilità. L’impostazione del progetto, infatti, ha lo scopo di favorire l’aggregazione e l’integrazione, grazie ad attrezzature idonee all’uso della collettività, ma anche per ricostruire un nuovo rapporto con l’ambiente urbano”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: