Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Addio a Emy De Sica, il ricordo di Castel San Pietro Romano


Così ricordava Castello mentre il papà girava Pane amore e fantasia

Oggi venerdì 23 marzo è venuta a mancare Emilia De Sica, figlia di Vittorio e della sua prima moglie, l’attrice torinese Giuditta Rissone. La notizia è stata diffusa con un tweet dal giornalista e critico cinematografico Enrico Magrelli che ha postato la foto della donna accanto al padre, attore e regista italiano tra i più amati di tutti i tempi e legato a Castel San Pietro per i film girati.

IL RICORDO DEL SINDACO DI CASTEL SAN PIETRO, GIANPAOLO NARDI

È venuta a mancare poco fa Emy De Sica, figlia del grande Vittorio. 1 anno fa ha visitato Castello e girato qui una puntata di ” A pranzo con mamma”.Mi ha voluto per forza come attore in quella puntata. Con un po’ di imbarazzo accettai e fu una bellissima esperienza. Emy aveva un sorriso bellissimo ed era una persona tanto gentile che ricordava Castello mentre il papà girava Pane amore e fantasia.Era voluta tornare in seguito al riconoscimento di Castello tra i Borghi più Belli d’Italia. Alla Sua famiglia le condoglianze di tutto Castel San Pietro Romano. Nei nostri vicoli è impresso per sempre il nome della loro famiglia, alla quale la nostra Comunità è grata.Ciao Emy!

Emilia De Sica, conosciuta come Emi, aveva 83 anni ed era la primogenita di Vittorio. Dopo Giuditta Rissone, infatti, il regista sposò María Mercader da cui ebbe i figli Manuel, nel 1949, e Christian, nel 1951. E proprio l’attore, parlando della vita privata del padre che, seppur divorziato, non seppe rinunciare alla sua prima famiglia, raccontò tempo fa l’aneddoto che ricorda il giorno che conobbe la sorella Emi: “Si divideva tra noi e la prima moglie Giuditta Rissone e la figlia Emy con la quale ci siamo conosciuti la prima volta al telefono. Ci chiama, dicendo: “Pronto sono tua sorella”. Quando papà seppe della telefonata, ci chiese preoccupato: “Che v’ha detto?”. Io gli rispondo: “Che è nostra sorella! E tu papà ce lo potevi dire prima, no?”. Poi riuscì a divorziare e finalmente i miei genitori si sposarono in un paese vicino a Parigi: erano già in là con l’età, eppure mia madre non rinunciò all’abito bianco, molto bello”.

23 Marzo 2021
Coronavirus, i dati di oggi nel Lazio e nell’Asl Roma5
24 Marzo 2021
Strage delle Fosse Ardeatine, Poli commemora i suoi martiri

Sorry, the comment form is closed at this time.