Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Addio a Lionello Lupi, il minatore che recuperò il corpo di Alfredino Rampi


L’anziano è deceduto a causa delle complicazioni del Covid

«Sarebbe campato altri cento anni senza quel maledetto virus». Così amici e parenti commentano a giornali e tv la morte di Lionello Lupi, passato alla storia come uno dei minatori che recuperò il corpo di Alfredino Rampi nel cunicolo di Vermicino. 

Era l’11 luglio del 1981. «Era il giorno in cui io e i miei compagni siamo andati a prendere quel bambino perduto, Alfredino».

Lo raccontava spesso Lionello Lupi, morto a 94 anni all’ospedale Misericordia di Grosseto dove era stato ricoverato in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Da tempo viveva in una Rsa dove, secondo la stampa locale, aveva contratto il coronavirus.

Il corpo di Alfredino Rampi fu recuperato dal pozzo artesiano di Vermicino l’11 luglio 1981. Lionello Lupi allora aveva 55 anni, il ricordo di quel bambino morto a soli sei anni lo ha accompagnato per tutta la vita.


LEGGI ANCHE: LA STORIA DI UN’ANZIANA A PALESTRINA
10 Gennaio 2021
Colleferro, grave danno alla rete idrica: caos in centro
11 Gennaio 2021
San Cesareo, così il paese è rinato dalle ceneri di un passato glorioso

Sorry, the comment form is closed at this time.