Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Aiutiamo Artù a diventare l’angelo custode di Francesco

di Laura Ferri

Questa è la storia di Francesco, un bambino di San Cesareo, e del suo pelosetto Artù.

Era un suo grande desiderio avere un cagnolino e i nonni glielo hanno regalato per la sua prima comunione.

Forse è stato il destino, a Francesco piace pensare che sia così, perché quattro giorni esatti dopol’arrivo di Artù al suo padroncino è stato diagnosticato il diabete T1 infantile.

A Zagarolo - Scopri di più

I genitori di  Francesco si sono subito adoperati per cercare soluzioni e cure che purtroppo non ci sono.

Così un po’ rassegnati hanno trovato rifugio nelle parole di altri genitori di bimbi T1 e alcuni avevano proprio un cagnolino a fargli da angelo custode.

I cani d’allerta diabete non sono una realtà molto conosciuta in Italia ma fortunatamente grazie ad alcune Associazioni stanno diventando sempre più una realtà, questi cuccioli addestrati per due lunghi anni sono in grado di salvare la vita al proprio padrone riconoscendo con 20 minuti di anticipo i valori glicemici in discesa o in salita.

A Zagarolo - Scopri di più

Forse l’angelo custode di Francesco è nato in Artù.

Così grazie ad un’ associazione che mette in contatto le famiglie con i migliori addestratori, Artù ha ricevuto l’idoneità per l’ addestramento che farebbe sentire sicuramente Francesco più al sicuro.

L’ addestramento ha un costo importante, per questo è stata aperta una raccolta fondi e sarebbe bello se tutti, come piccole gocce nel mare, contribuissimo a questa giusta causa per regalare delle ali ad Artù.

 Per lasciare una donazione CLICCA QUI