Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Al via gli esami medie in presenza: 20 minuti per l’elaborato


Lo svolgimento in presenza della prova finale del ciclo della scuola media è considerato un risultato importante e una novità rispetto all’esame a distanza dell’anno scorso

Gli esami di terza media sono ai nastri di partenza in molte scuole italiane. La data viene stabilita autonomamente da ogni istituto a partire dalla fine delle lezioni. Al momento sono gia’ finite in Emilia Romagna, nel Lazio, in Liguria, in Lombardia, nelle Marche, in Molise, in Sicilia, in Umbria, in Valle d’Aosta e in Veneto. Le ultime regioni a chiudere, il 12 giugno, saranno la Calabria, la Campania, la Sardegna e la provincia di Bolzano il 16. Dopo un anno caratterizzato da periodi di didattica in presenza e periodi di dad, lo svolgimento in presenza della prova finale del ciclo della scuola media e’ considerato un risultato importante e una novita’ rispetto all’esame a distanza dell’anno scorso. “I ragazzi sono molto contenti dello svolgimento dell’esame in presenza. L’anno scorso siamo stati la prima scuola a fare gli esami a distanza e la differenza e’ notevole.

In presenza c’e’ la possibilita’ di condividere uno sguardo, avere un’attenzione particolare e la fisicita’, in questo momento importante, credo sia il valore aggiunto che mi auguro che tutti i ragazzi porteranno nel cuore”. Lo ha detto all’AGI

Manuela Manferlotti, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Daniele Manin di Roma, dove gli esami della terza media inizieranno domani. “I ragazzi – ha aggiunto – si sono preparati con entusiasmo a questo momento conclusivo, sostenuti sempre dal corpo docente.

L’esame durera’ circa 20 minuti, rispettando le misure di sicurezza per il Covid, duranti i quali gli alunni esporranno il loro elaborato che abbraccia l’iter del piano di lavoro dei 3 anni. I nostri studenti – ha concluso – non hanno avuto alcuna difficolta’ con l’elaborato, che parte dell’inclinazione del ragazzo in base all’esperienza formativa. Non e’ altro che la summa del talento che ciascuno esprime e non va a quantificare ma a qualificare”.

9 Giugno 2021
Colleferro, ecco la nuova Corale Butterfly
9 Giugno 2021
Vaccini, via libera al richiamo in vacanza: ecco come funziona

Sorry, the comment form is closed at this time.