Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Anas, al via il monitoraggio di ponti e viadotti


Obiettivo: effettuare, tramite sensori, misurazioni in continuo delle caratteristiche dinamiche delle opere

Al via il progetto di monitoraggio strumentale di ponti e viadotti di Anas. La societa’ del gruppo Fs ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale quattro bandi di gara da tre milioni di euro ciascuno, con l’obiettivo – spiega una nota – di effettuare, tramite sensori, misurazioni in continuo delle caratteristiche dinamiche delle opere per individuare eventuali variazioni del comportamento strutturale. I sensori integreranno le periodiche attivita’ di sorveglianza eseguite dai tecnici Anas.

Gli appalti, in accordo quadro, riguardano la fornitura e l’installazione di sensori accelerometrici sulle strutture portanti dei ponti. Saranno circa 100 le opere oggetto di monitoraggio strumentale, selezionate sulla base dell’importanza dell’itinerario servito, delle caratteristiche geometrico-strutturali nonche’ della posizione geografica, in relazione alla pericolosita’ sismica e idraulica del territorio. Le misure acquisite dai sensori accelerometrici saranno analizzate da un software dedicato all’elaborazione dei dati e alla determinazione delle proprieta’ dinamiche della struttura; il software sara’ sviluppato, con il coinvolgimento delle Universita’ italiane, in parallelo alle attivita’ di installazione dei sensori.
La tecnologia dei sensori, unitamente alla consolidata attivita’ di sorveglianza ispettiva – sottolinea Anas – consentira’ di migliorare ulteriormente il monitoraggio continuo dei ponti e dei viadotti, misurando gli standard di sicurezza delle opere e consentendo quindi ad Anas di programmare i necessari interventi di manutenzione.