Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

Animali e orto-terapia: il progetto di Labico per i disabili fa scuola

Il 3 dicembre è la giornata dedicata alla disabilità e dal 2018. Il Comune di Labico ha preso impegno di avviare nuove iniziative su questo tema, partendo dall’ascolto delle famiglie con disabili: il 4 dicembre a Palazzo Giuliani si parlerà proprio di questo.

Da quella giornata del 2018 infatti è scaturito il progetto My Pony Farm, finanziato dal GAL Castelli Romani e Monti Prenesti per due annualità per l’attività terapeutica assistita con animali e orto terapia destinata ai bambini e bambine con disabilità intellettive ed i loro compagni di classe di Labico, che abbiamo voluto estendere a San Cesareo e Castel San Pietro Romano.

A Labico

Dichiara l’assessore alle politiche sociali Benedetto Paris:
“Grazie all’azienda agricola Damigelli ed alla competenza della cooperativa Il Melograno il primo ciclo di attività, nonostante le limitazioni causate dall’epidemia di covid19, ha dato tante soddisfazioni e questo sabato presenteremo un primo report del progetto. Inoltre presenteremo un ulteriore progetto destinato alle famiglie con disabili a Labico grazie all’associazione I Fiori del tempo, che coinvolgerà le famiglie che vorranno aderire ad un percorso di confronto e mutuo aiuto che si realizzerà nei prossimi otto mesi. Anche questa era una forte richiesta emersa nel 2018 è slittata nella sua realizzazione sempre a causa delle restrizioni per contrastare l’epidemia.”
Conclude il Sindaco, Danilo Giovannoli:
“È un onore per il nostro comune essere capi fila di un progetto così importante è che dà sostegno a tante famiglie non solo di Labico ma del territorio. Ringraziamo tutti i realizzatori ed in particolare il GAL per aver creduto in questo progetto e finanziato la sua realizzazione!”
All’appuntamento, oltre ai rappresentanti dei soggetti che contribuiscono alla realizzazione di questi due progetti, parteciperanno i rappresentanti dei comuni di San Cesareo e di Castel San Pietro Romano ed il presidente della Commissione competente del Consiglio regionale del Lazio Rodolfo Lena.