Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Atletico Lariano (calcio, Promozione), Centra: “Con la Virtus Ardea un secondo tempo di spessore”

Lariano (Rm) – Seconda vittoria consecutiva per l’Atletico Lariano. Dopo lo scivolone esterno col Valle Martella, i ragazzi di mister Fabrizio Centra hanno violato con un britannico 2-0 il campo della Virtus Ardea. “Di fronte avevamo una buona squadra, tra l’altro reduce da un cambio di allenatore che può provocare sempre una scossa – dice il tecnico del club larianese – Noi abbiamo affrontato la partita con molta attenzione, anche se nel primo tempo abbiamo sbagliato qualche uscita sui loro portatori di palla. Ci sono state poche occasioni, giusto qualche ripartenza e quindi all’intervallo si è arrivati sul giusto punteggio di 0-0. Nel secondo tempo i ragazzi sono entrati con un piglio diverso e abbiamo immediatamente alzato il baricentro, anche i subentrati hanno dato il loro contributo. Nell’ultimo quarto d’ora sono arrivate le reti di Colasanti e Gambucci (uno dei subentrati, ndr) che ci hanno consegnato i tre punti. Ma vanno elogiati anche i ragazzi che non sono entrati perché se si lavora tanto e in un certo modo durante la settimana è perché tutti danno il massimo”. L’allenatore parla anche degli obiettivi stagionali dell’Atletico Lariano: “Mi sono ripromesso di non parlare di salvezza perché se lo faccio sembra quasi che voglia “tirarmela”. Questi 22 punti in 12 partite ci servono per vivere d’entusiasmo e proseguire spediti verso l’obiettivo prefissato che è quello di fare un campionato non da comparse, poi tra un paio di mesi capiremo qualcosa di più sui valori del girone che è molto equilibrato. Non a caso al momento ci sono sei squadre in tre punti, poi la finestra di mercato potrà creare nuovi equilibri. Noi dobbiamo guardare in casa nostra: se perdiamo la nostra umiltà rischiamo grosso, se invece entriamo in campo concentrati e pensando che ogni partita dev’essere una conquista, allora la squadra ha tutto per giocarsela contro ogni avversario”. Il tecnico, alle prese con uno stato influenzale che dura da qualche giorno, domenica è andato comunque in panchina e ora col suo staff composto dal vice Benedetto Pomponi e dal preparatore atletico Alessio Angeloni sta preparando la sfida interna di domenica col Falaschelavinio: “Una squadra giovane e valida come dimostra l’attuale settimo posto, allenata da un tecnico che ho incrociato diverse volte negli anni. Quello è un club che ha lavorato sempre bene coi ragazzi e quindi sarà un’altra partita complicata”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: