Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Bimbo abbandonato vicino Termini: il video shock della mamma


Accertata la ripresa di una donna con giaccone scuro e cappuccio alzato, in compagnia di altro minore, che abbandonava la carrozzina

Nel pomeriggio di ieri gli agenti del commissariato “Esquilino”, diretto da Stefania D’ANDREA, a seguito di segnalazione di un passante che, transitando per via  Carlo Cattaneo angolo via Principe Amedeo, hanno scoperto la presenza di un infante  abbandonato  a bordo strada all’interno di un passeggino.

Il bambino, soccorso, è stato affidato a personale paramedico che ha provveduto al suo trasporto presso il Pronto Soccorso dell’ Ospedale “Bambin Gesù” di Roma dove, in seguito ad accertamenti sanitari, veniva dichiarato in buone condizioni di salute.

I poliziotti hanno proceduto al sequestro del passeggino e degli effetti personali lasciati dalla madre, sui quali venivano effettuati rilievi di polizia scientifica.

Sono quindi scattate le ricerche e, da un controllo delle videocamere presenti nei negozi adiacenti, è stata accertata la ripresa di una donna con giaccone scuro e cappuccio alzato, in compagnia di altro minore, che abbandonava la carrozzina e si allontanava repentinamente.

Nella stessa giornata è stato postato un video dell’accaduto e la notizia ha assunto eco mediatico tanto che in serata, giungeva al commissariato  la telefonata di una psicologa di un Centro di Accoglienza di Roma la quale, dopo aver appreso la notizia dai mass media, riferiva di avere forti sospetti che la donna responsabile dell’abbandono potesse essere R.C. 25enne originaria di Gallarate  e domiciliata presso il Centro in questione.

Gli investigatori immediatamente hanno effettuato ulteriori accertamenti all’interno del centro ove l’educatore confermava che il bambino abbandonato era effettivamente il figlio di R.C., fornendo altresì l’utenza telefonica della stessa donna.

L’utenza telefonica è stata quindi individuata dal personale preposto alla  localizzazione  su un treno, nei pressi della città di Firenze, in direzione Milano e successivamente è stato accertato che la donna era stata fermata da una pattuglia della Polizia di Stato del Compartimento  Polfer  presso la  stazione  ferroviaria  di Bologna, unitamente all’altra figlia minore.  

La polizia ha proceduto così all’arresto

👇👇CONTINUA A RIMANERE INFORMATO: METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA👇👇

28 Febbraio 2020
Cotral, in arrivo centinaia di assunzioni: i dettagli
28 Febbraio 2020
Metro C, al via i lavori per lo scambio con la linea B. tutte le info per i pendolari

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *