Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Bolide illumina la notte in provincia di Roma: il fenomeno

Alcuni hanno pensato a una stella cadente, altri a un incidente aereo.

Un fascio di luce ha illuminato ieri i cieli in provincia di Roma e Latina. Si è trattato di un bolide, che in un paio di secondi si è “acceso” e “spento” in cielo, ed è stato immortalato alle 21.51 anche da una dashcam a Cisterna di Latina, come testimoniato da un video diffuso da Meteo Cloud.

Gli esperti parlano ancora una volta di un bolide che ha attraversato l’atmosfera, trasformandosi in una palla infuocata. Un meteorite, dalle dimensioni tutt’altro che esigue, che é poi esploso una volta avvicinatosi alla terra, per via della compressione.

Il termine bolide (dal greco βολις, bolis, proiettile) indica comunemente una meteora di elevata luminosità, di magnitudine negativa. È un termine corrente ma non scientifico, in quanto gli astronomi non distinguono le meteore in base alla luminosità. Presso gli astrofili la parola bolide designa tutte le meteore che raggiungono durante la loro apparizione almeno la magnitudine corrispondente alla massima magnitudine raggiunta dal pianeta Venere (−4,6a), quindi una magnitudine superiore a quella di qualsiasi stella e pianeta e inferiore solo alla luminosità del Sole, della Luna e di una parte delle supernovæ e novæ galattiche.


Due anni fa lo stesso fenomeno