Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Bretella Cisterna-Valmontone: da Labico si chiede una modifica del progetto

a cura della redazione

Giovedì 4 aprile il Consiglio Comunale di Labico ha approvato la mozione presentata dal Gruppo Consiliare di maggioranza ‘‘Labico bene Comune’’ ai sensi dell’art.7 comma 5 del Regolamento del Consiglio Comunale (D.C.C.n.28 del 30/07/2019) e apertura interlocuzione con il Ministero competente per la richiesta di modifica del progetto Bretella Cisterna-Valmontone e lo stralcio di opere impattanti sul territorio locale.

A Labico - Nuova apertura

Mozione presentata dalla Capogruppo di Maggioranza, Giulia Lorenzon e co-firmata dall’assessore all’ambiente, Simone Massari e dal Consigliere Paolo Galli, con ampia e totale condivisione dell’intero gruppo Labico Bene Comune e il voto contrario dell’opposizione.

“Labico ha un gioiello naturale che dobbiamo proteggere. Dalle verdi colline della Valle delle Canapine ai suggestivi sentieri del “Percorso delle Fonti”, la nostra terra è ricca di biodiversità e tesori naturali unici. Tuttavia, la realizzazione di questa bretella rischia di mettere a repentaglio tutto ciò che amiamo della nostra comunità. L’incremento del traffico veicolare, l’aumento delle emissioni inquinanti e il rischio di cementificazione del territorio sono solo alcune delle minacce che dobbiamo affrontare. Inoltre, il “Percorso delle Fonti”, uno dei nostri orgogli locali, rischia di essere fortemente influenzato da queste opere, mettendo a repentaglio gli investimenti fatti per valorizzare questo splendido patrimonio. Ma non ci arrendiamo! Siamo determinati a difendere il nostro territorio e la nostra identità. È tempo di concentrarci su soluzioni di trasporto pubblico efficienti, energie rinnovabili e mobilità sostenibile per garantire un futuro migliore alle prossime generazioni. Come maggioranza ci impegneremo per il riconoscimento del Monumento Naturale su Valle delle Canapine e per l’eliminazione della zona industriale da PRG. Vi invitiamo a unirvi a noi in questa battaglia per proteggere il nostro amato Labico e per promuovere uno sviluppo sostenibile che rispetti il nostro prezioso patrimonio naturale e culturale.” Dichiara l’assessore all’ambiente Simone Massari.

A Zagarolo - Scopri di più

“L’impatto devastante delle opere della Bretella Cisterna Valmontone previste sul nostro territorio è un colpo al cuore che ci toglie definitivamente l’ultimo polmone verde di questa città. Noi riteniamo urgente e fondamentale aprire interlocuzione con il Ministero competente per salvaguardare il nostro territorio, continuando a puntare su un’idea di sviluppo differente da quella che vede ancora la cementificazione come religione. Vogliamo difendere Labico, il nostro suolo, il nostro paesaggio, e difendere così la qualità delle nostre vite, la nostra salute e quella dei futuri cittadina. Nonostante quello che dichiara l’opposizione, sebbene non possediamo il progetto vero e proprio, abbiamo elementi sufficienti per giudicare l’opera altamente impattante. La stessa infatti, nata già vecchia a parer mio, non è pensata per portare labicani e labicane al mare ma per snellire il traffico dei mezzi pesanti da comuni come Valmontone, Artena, Lariano, Velletri. Traffico che indubbiamente ricadrà anche su di noi, in zona Valle Fredda. In un momento in cui ragazzi e bambini, esperti e scienziati, ci chiedono uno sforzo per preservare quel poco che è rimasto, opporsi alla cementificazione del nostro ultimo polmone verde, in un territorio già ben martoriato, è, per noi, più di un dovere.” Concludono il Sindaco, Danilo Giovannoli e la Capogruppo Giulia Lorenzon.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: