Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Capranica, motociclista grave dopo lo scontro con un cinghiale


Grave incidente, interviene l’eliambulanza. I sindaci: “Servono nuove misure per mettere in sicurezza questo tratto stradale prima che sia troppo tardi”

Un altro motociclista che finisce sull’asfalto, l’ennesimo incidente in un tratto di strada, la Capranica Prenestina-Guadagnolo, diventato uno dei più pericolosi in provincia di Roma. I fatti sono avvenuti questa mattina attorno alle 10 sulla panoramica che conduce al Santuario della Mentorella e al centro abitato più alto del Lazio. Qui, al km 3.00, un motociclista, stando a una prima ricostruzione fornita dai testimoni che hanno assistito alla scena, sarebbe finito contro un cinghiale che proprio in quel momento stava attraversando la strada. L’impatto è stato piuttosto violento, tanto da far sobbalzare il centauro a diversi metri di distanza dall’impatto.

I soccorsi sono scattati nell’immediatezza del fatto. Vista la gravità è stato richiesto l’intervento di un’eliambulanza che, dopo l’atterraggio a Montagna cavalli ranch, ha trasportato il ferito in condizioni serie a Roma.

Con profondo rammarico registriamo oggi l’ennesimo incidente sul nostro territorio – spiega il sindaco di Capranica Prenestina Francesco Colagrossi. Non vogliamo trasformare questo bellissimo tratto stradale in una strada di sangue, pertanto torno a rivolgere un appello alla Città Metropolitana e a tutte le forze dell’ordine affinchè si mettano in campo tutte le contromisure necessarie per evitare incidenti come questi. L’assalto dei motociclisti, specialmente nel weekend, è diventato un vero e proprio fenomeno turistico nel nostro territorio. Non vogliamo respingere nessuno ma come sindaco ho il dovere di tutelare la salute dei miei cittadini e il benessere di tutte le attività commerciali”

Sulla stessa linea anche il sindaco di Castel San Pietro Romano Gianpaolo Nardi, che in passato ha condotto una vera e propria battaglia per la messa in sicurezza di questo tratto stradale.

Abbiamo messo in campo diverse misure ma resta ancora molto da fare per la messa in sicurezza della nostra viabilità. Le forze dell’ordine stanno facendo la loro parte. Chiediamo oggi un aiuto anche ai motociclisti che scelgono il nostro territorio per le proprie gite fuori porta – aggiunge Nardi – affichè usino il buon senso su strada. Non possiamo permettere che i nostri concittadini e tutti i visitatori siano messi in pericolo da gruppi organizzati di centauri.


LEGGI ANCHE