Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Carchitti, così una vicina fa arrestare una banda di ladri rom

Avevano messo a segno un furto in un’abitazione di Carchitti ma mentre scappavano con il bottino di oltre 2000 euro la loro auto, una Audi A4 bianca era stata vista da una vicina di casa.

Nelle ore scorse  K. L., 48 anni, D. R., 21 anni, A. S., 32 anni  D. T., 32 annie D. D., 26 tutti di origine Rom e residenti in un campo alle porte di Napoli sono stati fermati dalla polizia di Roma durante un controllo alla Borghesiana.

3518258300

L’uomo derubato a Carchitti, dopo la denuncia, ha riconosciuto i preziosi che gli erano stati trafugati ed ha confermato l’ammanco di euro 2.400,00. I poliziotti quindi hanno proceduto al fermo dei cinque malviventi. Nella disponibilità dei malfattori, oltre all’audi A/4 di colore bianco con targhe rubate, è stata rinvenuta, all’interno del cortile dell’abitazione a loro in uso, una BMW serie uno di colore blu che era stata utilizzata per altri furti in appartamento con utilizzo improprio di sirena bitonale in dotazione alle forze dell’ordine, fatto effettivamente riscontrato. Entrambe le autovetture sono state poste in sequestro. Inoltre, a seguito della perquisizione domiciliare è stata rinvenuta una pistola giocattolo, probabilmente anch’essa provento di furto, che è stata sottoposta a sequestro.

Il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Roma ha chiesto ed ottenuto, all’omologo GIP del Tribunale competente, la convalida del fermo dei tre soggetti, per i quali, considerati i numerosi precedenti penali e di polizia, è stata confermata anche la permanenza in carcere.

IL PRANZO PIÙ ECONOMICO MAI VISTO
19 Settembre 2019
Pioggia e allagamenti: l’improvviso arrivo dell’autunno ai Monti Prenestini
20 Settembre 2019
Valmontone, principio di incendio a una cisterna: intervengono i soccorsi

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *