Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

Casellante picchiato e rinchiuso nel bagno: rapinatori in fuga con il bottino

Sono sbucati dal nulla nel cuore della notte, poi lo hanno minacciato, picchiato e rinchiuso in un bagno. Infine la rapina dei soldi contenuti nella cassaforte, circa 18mila euro. A vedersela brutta un casellante, un romano di 49 anni, poi medicato sul posto dal personale medico. La banda – come riporta RomaToday –  è entrata all’opera la notte di lunedì negli uffici che si trovano alla barriera Settecamini dell’autostrada A24, nel quadrante nord est della Capitale. 

A Cave

La richiesta d’intervento alla sala operativa della questura di Roma è scattata poco dopo le 2:30 della notte fra l’1 ed il 2 maggio dopo che la vittima è riuscita a liberarsi dal bagno di servizio dove – secondo quanto raccontato agli investigatori – era stato rinchiuso poco prima. Alla barriera della Roma-L’Aquila-Teramo  è quindi intervenuto il personale del 118 ed una volante della polizia stradale.

Scosso, con i segni dei colpi ricevuti dai rapinatori, il 49enne ha quindi fornito la propria testimonianza agli agenti della polstrada. Tre i rapinatori arrivati a bordo di un’auto sportiva nei pressi del casello dell’A24 da via del Tecnopolo. Entrati negli uffici i tre hanno minacciato il 49enne con una pistola e lo hanno costretto ad aprire un armadietto blindato dove era contenuto il denaro in contante. Rapinati 18mila euro, il lavoratore è stato pi rinchiuso in bagno con la banda che si è data alla fuga in direzione della via Tiburtina. 

Medicato sul posto il 49enne, che non è dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale, sulla rapina indagano gli investigatori della polizia stradale di Roma. Acquisite le immagini di videosorveglianza del casello e delle strade limitrofe, sul posto per cristallizzare tracce utili alle indagini anche gli uomini della polizia scientifica. 

Medicato sul posto il 49enne, che non è dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale, sulla rapina indagano gli investigatori della polizia stradale di Roma. Acquisite le immagini di videosorveglianza del casello e delle strade limitrofe, sul posto per cristallizzare tracce utili alle indagini anche gli uomini della polizia scientifica. 

A Segni
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: