Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

Caso Willy, le ragioni del pm e della difesa. Legale Bianchi: “Faremo appello”

Ergastolo ai fratelli Marco e Gabriele Bianchi. Queste le condanne appena comunicate dai giudici della Corte d’Assise del Tribunale di Frosinone dove oggi si è concluso il giudizio di primo grado a carico dei quattro per l’uccisione di Willy Monteiro Duarte, massacrato di botte la notte tra il 5 e il 6 settembre 2020.

A San Cesareo

E’ stato un processo mediatico. Va contro tutti i principi logici. Leggeremo le motivazioni e poi faremo appello. Siamo senza parole”. Così l’avvocato Massimiliano Pica, legale dei fratelli Bianchi, al termine del giudizio di primo grado nel processo a carico proprio di Marco e Gabriele Bianchi, condannati all’ergastolo, oltre che di Mario Pincarelli e Francesco Belleggia per la morte di Willy Monteiro Duarte.

Un ufficio di Procura davanti ad un ergastolo deve essere più che sicuro della fondatezza delle prove – così il pm Giovanni Taglialatela al termine della lettura della sentenza. Se siamo soddisfatti? È quello che noi speravamo in relazione a lavoro svolto, però sappiamo che il giudizio poi si presta a delle variabili e come ho spiegato il fatto aveva un contesto e delle sfumature di confusione che potevano anche dare adito ad una diversa valutazione. Però le prove che avevamo prodotto erano, a nostra avviso, assolutamente sufficienti e fondate per chiedere quello che abbiamo chiesto”.