Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Cave: cani avvelenati in zona casali, massima allerta


Radar ora sta bene, ma il suo amico bassotto non ce l’ha fatta. L’appello ai proprietari di animali della zona è di prestare attenzione

La notizia dei due cani avvelenati a distanza di pochi giorni in zona casali, nelle campagne di Cave, desta preoccupazione tra i proprietari degli amici a quattro zampe del territorio.

Il primo ad essere avvelenato, e ad aver avuto la peggio, un dolce bassotto che spesso andava a passeggiare con la padrona per le stradine della zona. Il cagnolino, non si capisce dove e come, ha ingerito del veleno ma la proprietaria dell’animale non si è accorta di quanto accaduto e il cane è purtroppo deceduto.

Questa mattina stessa sorte è toccata a Radar, il cane del signor Ruggero. “Radar è un cane molto affettuoso, non appena mi sente arrivare con l’auto mi viene incontro saltando e scodinzolando – racconta Ruggero -. Non vedendolo arrivare come al solito mi sono insospettito, e sono andato a cercarlo. L’ho trovato subito e ho visto che stava male aveva degli spasmi. Mi è subito venuto in mente quanto successo al bassotto che frequenta gli stessi luoghi di Radar. L’ho immediatamente portato dal veterinario che gli ha fatto una lavanda gastrica, facendogli vomitare una pasticca di veleno comunemente utilizzato nella lotta alle lumache”.

Radar, il cane sopravvissuto al veleno

Per fortuna ora Radar sta meglio, il peggio sembra essere passato ed è fuori pericolo. L’appello ai proprietari di animali della zona è di prestare attenzione ai propri cani o gatti, e soprattutto di osservare il loro comportamento: contrazioni muscolari, rigidità degli arti, testa e collo in posizione incurvata, dilatazione pupillare, movimento involontario oscillatorio, ritmico dei globi oculari, vomito e diarrea sono i principali campanelli d’allarme di un avvelenamento.

Riuscire ad interpretare in modo rapido questi sintomi caratteristici è un fattore decisivo che può permetterci di salvare la vita ai nostri animali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: