Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Cave come non l’avete mai vista: passeggiata tra Ville Liberty e monumenti storici


Basta lasciare la strada e addentrarsi a piedi, per rimanere incantati di fronte ad angoli segreti e nascosti, sorpresi davanti a capolavori unici

Cave è un paese che si gusta andando a piedi. La strada provinciale taglia in due questo caratteristico borgo dei Monti Prenestini, a metà strada tra Palestrina e Genazzano, dando la sensazione che quasi non si tratti di un paese, ma semplicemente di una via di passaggio. Eppure chi conosce Cave sa bene che è una cittadina che ha molto da offrire, a livello paesaggistico e culturale, e merita sicuramente di essere visitata. Basta lasciare la strada e addentrarsi a piedi, per rimanere incantati di fronte ad angoli segreti e nascosti, sorpresi davanti a capolavori unici custoditi nelle chiese e nei musei di questo affascinante borgo prenestino.

Veduta di Cave (Rm)

Alla scoperta dei deliziosi villini Liberty, delle chiese, dei principali monumenti e del Museo Lorenzo Ferri; ad una visita dedicata alla splendida chiesa di San Carlo Borromeo; e ad un’escursione naturalistica ai secolari Castagneti di Cave. Armatevi di scarpe comode e voglia di camminare: una lunga passeggiata con brevi soste vi permetterà di compiere un percorso affascinante, ammirando luoghi e monumenti che possono rivelarsi interessanti scoperte.

LE VILLE LIBERTY

Cave è ricca di splendidi edifici in “Stile Liberty”, tipici di un periodo artistico nazionale ed internazionale compreso tra la fine dell’800 e le prime due decadi del ‘900, che rendono l’aspetto della città diverso rispetto a quello degli altri paesi limitrofi.

A Cave questo stile si inizia ad usare in concomitanza della realizzazione della nuova “Ferrovia Vicinali” a trazione elettrica, con binario a scartamento ridotto, che da Roma portava a Fiuggi e che venne inaugurata nel 1916.

Gli edifici Liberty cavensi presentano le caratteristiche tipiche di questa corrente artistica: l’utilizzo di elementi floreali nelle decorazioni pittoriche, in quelle lignee e nella lavorazione del ferro battuto; di stucchi, usati per incorniciare finestre e portoni d’ingresso, ma anche per realizzare le balconate o i corrimano delle scalinate; facciate colorate con l’alternanza di tinta e stucchi e in alcuni casi la presenza di una doppia scala che si congiunge davanti all’entrata; torrette; terrazzi e giardini con le piante ornamentali caratteristiche di questo periodo artistico come le palme, le ortensie e le bergenie.

Le abitazioni in Stile Liberty a Cave si possono ammirare lungo Via Pio XII, Via Vittorio Sessi, Viale Giorgioli, in zona San Lorenzo e in quella di Morino.

In occasione della 85^ Sagra della castagna e dei prodotti tipici di Cave verranno osservati dall’esterno solamente quelli presenti su Via Pio XII e su Viale Giorgioli, perché tra i primi ad essere edificati sul tragitto del treno Roma-Fiuggi.

Foto d’epoca (sito web comunale)

IL MUSEO FERRI

Proprio sull’antico tragitto del treno si può incontrare anche un’altra attrazione del comune di Cave il Museo Lorenzo Ferri. Inaugurato nel 2013, il Museo Ferri fa parte del Museo Civico Città di Cave ed è compreso nel Sistema Museale Territoriale dei Monti Prenestini e Valle del Giovenzano (Pre.Gio). Dedicato allo Scultore, Pittore, Educatore e Sindonologo Lorenzo Ferri(1902-1975), è centro di produzione e promozione culturale della Città di Cave e del suo territorio. Il museo è situato all’interno di edifici di importanza storica come l’Ex Ospedale Mattei e le Sale Ipogee del Convento degli Agostiniani, oggi anche sede comunale. Accoglie una raccolta di opere, per lo più scultoree, donate nel 1981 dagli Eredi Ferri al Comune di Cave, originali in gesso realizzati poi in bronzo o marmo, che vanno a costituire una vera e propria gipsoteca.

La sezione del Museo Ferri, ospitata nei suggestivi ambienti ipogei del primo e secondo livello sotterraneo dell’ex Convento degli Agostiniani, si affaccia in parte sulla vallata sottostante con scorci suggestivi dell’antico borgo, formati da un sistema di tre sale comunicanti con un nucleo centrale, costituito da un grande spazio voltato a crociera che accoglie il Presepe Monumentale, inaugurato nel 2012, che per altezza è il primo in Europa e il secondo al mondo.

Il Presepe monumentale

Il Museo Lorenzo Ferri offre ai visitatori un ambiente accogliente e dinamico, grazie al sapiente lavoro di accompagnamento alla visita guidata da parte delle operatrici museali, che offrono il loro lavoro di volontariato tramite il Servizio Civile Nazionale.

INFO E PRENOTAZIONI

Per partecipare alla Visita guidata che comprende la visita del centro storico, dei Villini Liberty, delle chiede di Santa Maria, Santo Stefano, San Pietro e del Museo Lorenzo Ferri occorre prenotarsi al 333.48. 48.320. Costo € 6,50. Partenza dalla sede della Pro loco, via Cavour 21.

Visita gratuita ai Castagneti di Cave a cura dell’associazione “Castagne e Marroni”. Info e prenotazioni al 339.20.86.417 – 348.30.15.808

Visita gratuita alla chiesa di San Carlo Borromeo a cura dei volontari del Ctg San Carlo Cave. Info e prenotazioni al 339.116.77.89