Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

C’è un pezzo di Cave a Sanremo: Luca e la sua grande passione per la musica


Cosa fa un orchestrale prima della grande diretta: “È un’edizione senz’altro particolare, come particolare il momento che viviamo”

Ha 46 anni, portati alla grande, e fin dall’età di 7 anni si divertiva a suonare, esibendosi prima a casa e poi sui grandi palcoscenici d’Italia e del Mondo. Oggi Luca Sbardella è una delle colonne portanti dell’orchestra di Sanremo. Per il secondo anno consecutivo il giovane parteciperà all’edizione 2021 del festival dove non solo causa Covid sono annunciate tante novità.

Parlare di orchestrali in questo momento di clamore mediatico, tra polemiche di genere e la solita politica, può apparire superfluo, forse noioso. Eppure senza quei maestri che riempiono lì in fondo la scena dell’Ariston, il festival non sarebbe lo stesso.

Fare musica è divertente per chi la fa, ma costa molto sacrificio e fatica. Anche la redazione di Monti Prenestini ha toccato (in parte) con mano cosa significa lavorare in un’orchestra così prestigiosa, tanto che parlare con Luca è stata quasi un’impresa. Sempre impegnato a fare prove, piccole pause di qualche minuto e poi pronto a ricominciare come in una grande maratona per l’evento della serata.

È un’edizione senz’altro particolare, come particolare il momento che viviamo – dichiara Sbardella a Monti Prenestini. Niente pubblico, massimo controllo, tamponi ogni 48 ore, reparti divisi, plexiglass, mascherine ffp2 sempre. Però almeno per noi e tutti gli addetti ai lavori è un mese di lavoro buono dopo un anno di buio…

Sarà orgogliosa anche la città di Cave, dove la famiglia Sbardella ha origini. Luca è nato e sempre vissuto a Roma, ma suo padre era un prenestino. Ci sono ancora molti parenti e amici di famiglia a Cave e qualche volta si ritorna tutti assieme nella casa di Rocca di Cave, “all’aria fresca, lontano dal caos della città”. 

2 Marzo 2021
Celebrazioni Benedettine, da Norcia a Subiaco la fiaccola “Pro Pace et Europa Una”
2 Marzo 2021
Covid, verso la chiusura delle scuole in 31 comuni in provincia di Frosinone

Sorry, the comment form is closed at this time.