Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

C’è un pezzo di Rocca di Cave a Sanremo. Luca Sbardella suona all’Ariston

a cura della redazione

E’ tornato anche quest’anno sul palco dell’Ariston Luca Sbardella, una delle colonne portanti dell’orchestra di Sanremo.

Un cognome molto comune nel nostro territorio. Il 47enne nato e sempre vissuto a Roma, ha origini cavesi. 

A Palestrina - Scopri di più

Il suo papà è di Rocca Cave dove ha ancora molti parenti e amici di famiglia, ed è insieme a loro che qualche volta torna nella casa di Rocca di Cave, “all’aria fresca, lontano dal caos della città”. 

Luca è un vero professionista, uno di quei maestri che riempiono in fondo la scena dell’Ariston e senza i quali il festival della canzone italiana non sarebbe lo stesso.

A Cave - Scopri di più
BIOGRAFIA

Luca Sbardella Nasce a Roma nel 1975, all’età di 7 anni comincia a suonare il suo primo strumento musicale: L’organetto diatonico.

Nel 1983 intraprende lo studio del Pianoforte al quale affiancherà, un anno dopo, lo studio della fisarmonica.

Nel 1987 inizia a studiare il Sax Tenore, nell’anno successivo affiancherà a questo il Sax Contralto poi il Sax Soprano ed il Clarinetto. Nel 1989 inizia a frequentare il corso di clarinetto presso il conservatorio “A.Casella” de L’Aquila sotto la guida di Surio Aldo. Nel 1993 entra nella orchestra diretta dal M° Surio con la quale partecipa ad una serie di concerti in Ungheria, Austria, Francia e Spagna. Nel 1996 si diploma il Clarinetto ed inizia a collaborare con la scuola di musica “Viva Musica” del M° Rozzi Paolo. Nello stesso anno inizia a suonare nei locali romani con varie formazioni.

Nel 1998 forma un suo Trio con il quale si esibisce, tutt’ora, nelle più importanti sale da Ballo di Roma. Nel 1999 svolge il servizio militare presso la Banda Nazionale dell’Esercito sotto la direzione del M° Creux. Nel 2000 inizia a studiare improvvisazione Jazz con Gianni Savelli. E’ impegnato nell’esecuzione a diversi livelli e nei diversi generi musicali nella totalità dell’anno.