Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Centro commerciale di San Cesareo: “Ecco come vogliamo riaprire”


Dal contro della temperature ai percorsi obbligati: il contenuto della proposta

Anche se la cosiddetta fase due sta per iniziare ci vorrà ancora del tempo prima che si possa tornare liberamente a fare shopping nei grandi centri commerciali. Sembra, infatti, che il Governo intenda limitare le aperture nei centri commerciali, evitando così che si vengano a creare dei pericolosi affollamenti. Così anche il centro commerciale La Noce di San Cesareo ha fatto sua la proposta del Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali per la riapertura in sicurezza, diramandola sul proprio profilo facebook. Nella proposta si leggono una serie di prescrizioni: distanziamento tra persone, obbligo di mascherina, rilevazione della temperatura, organizzazione di percorsi obbligati, distribuzione ottimale dei flussi in entrata e uscita, controllo in tempo reale dei numeri dei clienti, sanificazioni aggiuntive e manutenzione straordinaria dei filtri.

La proposta riguarda anche l’outlet di Valmontone, dove a oggi restano aperte solo le attività per bambini e la parafarmacia.

Bisogna ricordare che i centri commerciali non hanno chiuso del tutto. I supermercati che si trovano al loro interno, così come pure farmacie, parafarmacie e gli altri negozi autorizzati dal DPCM del 10 aprile 2020, sono rimasti regolarmente aperti. Tuttavia, prime di pensare ad una riapertura totale dei centri commerciali, ci vorrà ancora del tempo.

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS METTI MI PIACE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: