Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

«Chiarezza sulla morte dell’ex sindaco di San Cesareo Pietro Panzironi»

«Chiarezza sulla morte dell’ex sindaco di San Cesareo Pietro Panzironi»

Sono trascorse due settimane dalla morte dell’ex sindaco di San Cesareo Pietro Panzironi e tra i famigliari, gli amici e i colleghi serpeggia ancora molta incredulità. Non è solo la manifestazione di affetto verso una persona che non c’è più, da sempre impegnata per il bene del proprio paese, ma la presa di coscienza verso una serie di avvenimenti che meriterebbero un approfondimento legale e scientifico.

Sono questi i presupposti che hanno portato la famigia a presentare una denuncia alla procura con richiesta delle cartelle cliniche.

I FATTI RACCONTATI DAL LEGALE

Secondo la ricostruzone del legale della famiglia, Marco De Carolis, “Pietro Panzironi si presenta per la prima volta al pronto soccorso di Palestrina lo scorso 4 agosto lamentando un forte dolore al torace. Dopo una serie di accertamenti, viene diagnosticata una broncopolmonite e prescritta una cura antibiotica da effettuare a casa. Sembrava tutto finito – aggiunge De Carolis – invece l’ex sindaco di San Cesareo è costretto a tornare in ospedale tre giorni dopo con gli stessi sintomi, anzi più acuti, tanto da richiedere l’impiego di una mascherina con l’ossigeno. Panzironi accusa anche febbre e pertanto viene trattenuto in ospedale. Viene programmata una Tac, ma solo per il 19 agosto. Nei giorni successivi la situazione non migliora e precipita vertiginosamente dopo 5 giorni. Il 14 agosto Pietro viene trasferito d’urgenza all’ospedale di Tivoli. Qui in serata e d’urgenza viene effettuata una Tac che evidenzia una chiara embolia polmonare: la situazione è ormai drammatica. Pietro Panzironi muore il giorno dopo, 15 agosto, intorno alle 10”.

Di certo, ad oggi è ancora troppo presto per formulare una qualsiasi ipotesi sulle eventuali responsabilità, perché anzitutto mancano i dati scientifici, a partire dall’autopsia effettuata lunedì scorso a Tor Vergata. La città di San Cesareo per ora non sembra essersi risvegliata da quel tragico giorno di agosto e attende con fiducia gli sviluppi sulla vicenda.

29 Agosto 2019
46 anni di Cesanese nel mondo. Da domani si accende la famosa sagra di Olevano Romano
29 Agosto 2019
Palestrina celebra lo gnocchetto a co’ de soreca: due giorni di gusto e divertimento

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *