Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Chiude l’isola ecologica e a Cave c’è chi esce di casa e getta i rifiuti per strada


L’emergenza Coronavirus non ci ha insegnato nulla. Il sindaco Lupi: “Episodio inaccettabile”

Con una sola azione si sono resi potenzialmente responsabili di tre reati, punibili dal codice penale fino a 6 anni di reclusione. In piena emergenza Coronavirus, a Cave c’è chi ha trovato il tempo di uscire di casa, probabilmente di notte, per sversare rifiuti in strada, trasgredendo non solo le norme del decreto Conte, ma esponendosi a una pesante denuncia per reati ambientali. Sono almeno sei gli episodi segnalati dalla polizia di Cave e pubblicati con tante di foto sul profilo Facebook Città di Cave, su cui l’Amministrazione guidata dal sindaco Angelo Lupi ha preso una chiara posizione per la ricerca dei responsabili.

“È un episodio inaccettabile di una gravità inaudita – commenta a Monti Prenestini il sindaco Lupi. Forse ancora questa emergenza non ci ha insegnato nulla, forse non conta neanche il dramma che stiamo vivendo in questi giorni per queste persone. Io voglio stare dalla parte di chi fa fino in fondo il proprio dovere di cittadino – aggiunge Lupi. Dalla parte delle persone per bene, che ogni giorno fanno la differenziata e si tengono in casa i rifiuti ingombranti per un po’ di tempo, perchè dappertutto le isole ecologiche sono chiuse. E sono anche dalla parte di quegli onesti lavoratori che ogni giorno, anche in piena emergenza, ci danno il loro aiuto per la raccolta dei rifiuti. A loro va il mio personale ringraziamento”.

In queste ore si stanno vagliando i filmati delle telecamere per la ricerca dei responsabili. Da anni Cave si contraddistingue per una politica attenta ai rifiuti e all’ambiente, premiata anche da Legambiente nell’ultima edizione sui comuni ricicloni.

“Comportamenti incivili di gentaglia senza scrupoli che danneggiano la nostra Città, facendosi beffa della maggioranza delle persone per bene di Cave – si legge nel post di Città di Cave. Ci vuole un bel coraggio a trasformare Cave in una discarica! alla faccia di chi è sempre attento a differenziare. Un ringraziamento è dovuto alla società Ambi.en.te Spa ed agli operatori tutti che nella giornata odierna sono intervenuti prontamente e che stanno facendo il possibile per mantere attivo il servizio e di conseguenza Cave pulita fra mille difficoltà! Facciamo un appello a tutti i cittadini a segnalare tali comportamenti – continua il post su Facebook – perché questi gesti non rappresentano affatto la comunità di Cave”.

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS METTI MI PIACE