Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Chiude l’ospedale di Tivoli, prestazioni spacchettate: stop all’ostetricia

a cura della redazione

Ci vorranno almeno tre mesi per la riapertura dell’ospedale di Tivoli e così l’Asl Roma 5, in attesa delle indagini, corre ai ripari

Le prestazioni chirurgiche dovranno essere recuperate presso i Presidi di Colleferro, Palestrina, Subiaco e Monterotondo, assicurando il recupero di tutte le prestazioni senza prolungamento dei tempi di attesa.

1L’attività endoscopica e le risorse umane e strumentali si trasferiranno integralmente presso la Casa della Salute di Palombara Sabina.

L’attività oculistica e le risorse umane ad essa afferenti si trasferiscono integralmente su Subiaco e Monterotondo.

L’attività di ORL si trasferisce in uno con le risorse umane ad essa afferenti sul PO di Colleferro.

L’attività Urologica e le risorse umane ad essa afferenti sarà trasferita sul PO di Colleferro.

A tal fine I’intero personale del Dipartimento Chirurgico stanziato su Tivoli risulta assegnato ai su menzionati Presidi, con ordine di servizio a cura del Direttore del Dipartimento di Chirurgia.

Il Reparto di Ortopedia è trasferito integralmente presso I’Ospedale di Palestrina.

Altresì, i Direttori di UOCiUOSD/UOS di concerto con i Direttori di DiPartimento richiameranno singolarmente i pazienti in lista per riprogrammare sia I’attività chirurgica che ambulatoriale.

ll Dipartimento Materno lnfantile allocherà le risorse mediche e di comParto presso il Presidio di Palestrina per I’attività ginecologica e per I’attività ambulatoriale ad essa connessa, l’attività ostetrica è però sospesa nei Presidi dell’ASl- sino a nuova disposizione e si svolgerà presso gli ospedali di altre ASL.

L’attività ambulatoriale continuerà a svolgersi presso Presidi territoriali, che a tal fine potranno essere potenziati.

L’attività di Dialisi e tutte le risorse ad essa dedicate viene ricollocata presso gli Ospedali di Palestrina, Colleferro e Subiaco; resta discrezionalità del Direttore di UOC allocare specifiche situazioni di fragilità in strutture vicinori.

L’attività di Medicina lnterna e le risorse umane ad essa afferenti si trasferisce presso i Reparti di Palestrina, Colleferro, Subiaco, Monterotondo, con ordine di servizio sempre a cura della Direzione di Dipartimento.

Gli ambulatori di oncologia e l’attività in DH si trasferirà presso il Presidio di Colleferro; è autorizzata l’attività esclusivamente ambulatoriale oncologica presso il PO di Subiaco. L’attività cardiologica e tutte le risorse ad essa afferenti si trasferisce sui quattro Presidi attivi, con particolare riferimento all’UTIC che si ricolloca su Colleferro. Le rimanenti linee di attività (Emodinamica, ecc) si ricollocheranno nei punti della Rete regionale (Umberto I, AO San Giovanni. PTV).

L’attività ambulatoriale della Diabetologia si trasferirà sul Presidio di Palombara Sabina, Guidonia e Subiaco, con la scansione temporale stabilita dal Direttore Sanitario Aziendale.

Le attività anestesiologiche e le risorse umane (e strumentali all’occorrenza) vengono trasferite integralmente sui quattro Presidi operativi, di concerto fra il Direttore DEA e la Direzione Sanitaria: si assicura la presenza anestesiologiche su Palombara Sabina.

Fa eccezione a quanto sopra evidenziato, il necessario allestimento di un Punto di Primo lntervento PPI presso la palestra comunale antistante il Presidio di Tivoli, che deve essere allestito, entro e non oltre lunedì I I dicembre P.v. alle ore 8:00, con utilizzo di tutta l’attrezzatura occorrente, prelevata dai ReParti del Presidio di Tivoli, con la seguente dotazione organica: I Medico, due lnfermieri e due OSS, con I’aggiunta di due CMR.

Infine il personale del Dipartimento del Servizio di Radiologia si trasmigrerà sui quattro Presidi restanti, avendo cura di trasferire l’arco a C mobile, un sistema portatile radiogeni presso il Punto di Primo lntervento.

ll SIMT si muoverà secondo le indicazioni fornite con separata nota.

ll personale del Laboratorio si trasferisce nei quattro Presidi attivi secondo le indicazioni del Direttore Sanitario Aziendale.

ll Servizio di Anatomia Patologica si trasmigrerà su Colleferro.

La Farmacia persiste nella propria attività e nella propria sede di Tivoli, avendo cura di accedere esclusivamente da Via Roma e attraversando area idonea per I’accoglienza dei pazienti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: