Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Cna Roma: “Sì a un sistema integrato Castelli Romani e Monti Prenestini

a cura della redazione

Nel pomeriggio di ieri, a Villa Grazioli di Grottaferrata, grande affluenza per “Il Sistema dei Castelli Romani tra natura, arte ed enogastronomia”, l’incontro organizzato dalla CNA di Roma sul turismo locale. Presente il CDA del GAL, le Imprese finanziate da quest’ultimo, i Sindaci e le aziende del territorio.

Si è parlato della recente esperienza della CNA di Roma al TTG Travel Experience di Rimini e della ricerca SWG sul turismo nei Castelli Romani e nei Monti Prenestini. Un momento di confronto tra Istituzioni e Imprese per discutere delle strategie di valorizzazione e miglioramento dell’offerta turistica locale, un’occasione per fare sistema.

“Nell’incontro di ieri abbiamo raccontato come il GAL ha contribuito in questi anni per qualificare l’offerta turistica locale in termini di infrastrutture e servizi e per accrescere la reputazione della destinazione Castelli Romani e Monti Prenestini – dichiara il Direttore Tecnico, Patrizia Di Fazio. – In particolare, gli investimenti in corso sia da parte degli Enti pubblici che delle Imprese contribuiranno a valorizzare le capacità di accoglienza, migliorare la competitività dell’offerta turistica locale e sviluppare un’offerta agroalimentare di qualità”.

“Abbiamo urgenza di fare sistema per una visione comune di sviluppo sostenibile del territorio. Questa è stata la chiave di lettura di ieri, in cui si sono confrontati molti imprenditori e amministratori locali – aggiunge il responsabile della CNA di Roma e membro del CDA del GAL, Valerio Galeotti. – Il tema del turismo è strategico per i Castelli Romani e Monti Prenestini e va affrontato con competenza e lungimiranza, sforzandosi di risolvere le criticità strutturali e contingenti del nostro territorio: infrastrutture, collegamenti, viabilità, accessibilità, coordinamento, qualità, managerialità, decoro, connessioni.
Tematiche su cui le associazioni e gli enti locali lavorano da tempo, ma che in questa fase storica richiedono una risposta concreta e immediata. Possibilmente costruita insieme”.