Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Colleferro avrà il suo nuovo campo da rugby con servizi ed efficientamento energetico

a cura della redazione

Oggi inauguriamo l’avvio dei lavori di un’opera che rappresenta anzitutto una promessa mantenuta verso il mondo del rugby che rappresenta una parte importante della nostra identità.

Con queste parole il sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna ha inaugurato oggi pomeriggio il cantiere per la realizzazione del nuovo campo di rugby in via Orianna Fallaci.

Alla cerimonia hanno partecipato oltre al primo cittadino anche Rosario IERARDI – Responsabile Unico del Progetto della CMRC, Stefano CARTA – Direttore del Dip. VII – Attuazione del PNRR, Sara Zangrilli, assessore alle Opere pubbliche e Roberto EUFEMIA – Consigliere metropolitano.

Come hanno spiegato i tecnici intervenuti il progetto prevede la realizzazione di un nuovo campo da rugby con annesso spogliatoio e servizi di efficientamento energetico.

Si prevede di installare, integrandolo nel pacchetto di copertura, un sistema di solare termico.

Al fine di ridurre al massimo il consumo del suolo e della sua permeabilità, a fronte della realizzazione degli spogliatoi, che trasformeranno un’area di 250 mq da permeabile ad impermeabile, si interverrà su un area ubicata in via casilina pari 700mq. Tale area attualmente pavimentata con tappetino bituminoso, pertanto impermeabile, sarà resa permeabili, raddoppiando la superficie resa impermeabile,700 mq.

Inoltre l’edificio verrà edificato con struttura in telai di cls, e tamponato con materiali naturali ed ecologici quali il laterizio.

L’impiego di particolari materiali da costruzione è uno degli aspetti più noti dell’architettura bioecologica.

Il PUI – ha spiegato il primo cittadino colleferrino nel suo intervento – e’ stata una grande operazione e noi consiglieri metropolitani convincemmo il sindaco Gualtieri a indirizzare quegli investimenti in provincia. Avevamo fatto una promessa al rugby di questa città, per una ricompensa a questo grande e nobile sport che ha un legame speciale con questa città. Quella promessa l’abbiamo mantenuta. Oggi l’augurio più grande lo faccio a Colleferro affinche’ continui a vivere questo percorso di crescita, non legato a interessi privati ma collettivi e generali”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: