Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Colleferro e il mistero della Fibula a sanguisuga. Appello a “Chi l’ha visto?”

di Laura Ferri

“Qualcuno sa da dove proviene questa antica spilla etrusca?”: è il singolare appello di Angelo Lattanzi, direttore del Museo Archeologico di Colleferro alla trasmissione televisiva di Rai Tre “Chi l’ha visto?”.

Il direttore del Museo Tolierense, chiede attraverso gli schermi se qualcuno può aiutare a ricostruire la storia di questo oggetto così prezioso, in modo particolare l’appello è rivolto a studiosi e appassionati.

La Fibula, in oro, è definita “a sanguisuga” per via dell’arco rigonfio che richiama, nella forma, una sanguisuga ed è oggi custodita presso il Museo di Colleferro.

L’oggetto, di probabile provenienza etrusca, fa parte di un lotto di beni archeologici sequestrato dalla Guardia di Finanza. Chiunque possa essere d’aiuto contatti il Museo di Colleferro allo 06.9781169 o via emailmuseo@comune.colleferro.rm.it 

A Zagarolo - Scopri di più