Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Colleferro, vandali nel nuovo parco. La città non si arrende ai “metodi mafiosi”


Il sindaco denuncia l’episodio alle autorità. Individuato il colpevole: si tratta di un pastore


“I “fuscelli” come qualcuno li aveva definiti sarcasticamente ieri non esistono più. Decine di alberi sono stati tranciati, i vialetti non esistono più, l’arena dove ci sarebbe dovuto essere lo spettacolo sabato e’ stata completamente gettata all’aria, gli accessi devastati, il perimetro fresato con danneggiamenti anche di tipo archeologico”.

Sono questi i danni descritti dal sindaco stamattina all’interno del nuovo parco del Castello comunale, dove ignoti si sono introdotti di notte presumibilmente con un mezzo agricolo devastando l’opera di riqualificazione avviata dall’Amministrazione comunale. Ci sono segni evidenti di un ingresso forzoso, ma nessuno sembra avere visto niente nell’area adiacente al cimitero.

In mattinata il sindaco ha denunciato l’accaduto alla locale stazione dei carabinieri. Individuato il colpevole: si tratta di un pastore che portava il suo gregge a pascolare nella zona. Proprio domani nel parco sarebbe dovuto andare in scena il primo spettacolo teatrale su Trilussa e Petrolini.

“Non ci sarà alcun rinvio” – rispondono gli organizzatori. Sui social i cittadini si organizzano per portare ciascuno una piantina, come simbolo della resistenza al vile gesto.

SEGUI MONTI PRENESTINI BASTA METTERE MI PIACE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: