Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Coronavirus, oggi nel Lazio picco di morti. L’assessore D’Amato: “Misure per Natale”


I dati di oggi 15 dicembre nella nostra regione

Nel Lazio decresce di 43 unita’ il numero dei ricoverati per Covid-19. Infatti, oggi sono 3.242 le persone ospedalizzate, a fronte delle 3.285 di ieri. I 3.242 ricoverati sono cosi’ suddivisi: 2.921 fuori dalla terapia intensiva (-17 nelle ultime 24 ore) e 321 in terapia intensiva (-26 rispetto a ieri). In isolamento domiciliare sono invece in 80.979. Per quanto riguarda il numero totale di casi Covid-19 esaminati nella Regione, oggi e’ arrivato a 142.150. Infine, il numero di deceduti fin qui e’ pari a 3.059, mentre il numero totale di guariti e’ di 54.870 e quello degli attuali positivi e’ 84.221. 

 

D’Amato precisa che anche oggi a Roma citta’ i nuovi casi sono inferiori a 600: 578 per l’esattezza. “Sul Natale aspettiamo indicazioni di carattere nazionale perche’ delle misure vanno prese subito ma in maniera omogenea su tutto il territorio. Ci aspettiamo nelle prossime ore degli atti conseguenti, stante anche l’incremento dei decessi a livello regionale: oggi nel LAZIO tocchiamo un picco preoccupante, ma anche nazionale”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato, a margine di un evento all’ospedale Spallanzani.
“La rete ospedaliera regge- ha aggiunto D’Amato- ma se non adottano subito provvedimenti per abbassare ulteriormente la curva potremmo trovarci in difficolta’”.

I DATI PER ASL


L’assessore poi spiega piu’ dettagliatamente: “Nella Asl Roma 1 sono 274 i casi nelle ultime 24 ore e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto.
Trentotto sono ricoverati. Si registrano, inoltre, sedici decessi di persone con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 219 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore e anche qui sono isolati a domicilio, hanno un legame epidemiologico con un familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Novantasei sono stati segnalati dal medico di medicina generale. Si registrano ventuno decessi con patologie”. Nella Asl Roma 3 – prosegue D’Amato – sono 85 i casi nelle ultime 24 ore e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Si registrano undici decessi di persone con patologie. Nella Asl Roma 4 sono 58 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Si registrano due decessi di persone con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 118 i nuovi positivi nelle ultime 24h e, come altrove, sono isolati a domicilio, hanno un legame epidemiologico con un familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Si registrano nove decessi di persone con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 80 i casi nelle ultime 24 ore e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Tredici casi sono riferibili alla cooperativa onlus ‘I Lautari’ di Ardea dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Si registrano dodici decessi con patologie”.

“Nelle province – continua l’assessore – si registrano 325 nuovi positivi e dodici decessi nelle ultime 24 ore. Nella Asl di Latina sono 167 i nuovi casi e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Nella Asl di Frosinone si registrano 83 nuovi positivi e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Si registrano otto decessi di persone fra 50 e 89 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 57 nuovi casi e sono isolati a domicilio, hanno un legame epidemiologico con un familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Quarantuno casi hanno un link al convento di suore di San Francesco a Bagnoregio dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Si registra anche un decesso di una persona di 78 anni con patologie. Infine, nella Asl di Rieti si registrano 18 casi e sono isolati a domicilio, hanno un link familiare o sono contatti di un caso gia’ noto. Si registrano, inoltre, tre decessi di persone di 56, 83 e 92 anni con patologie”, conclude D’Amato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: