Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Coronavirus, ritardi nelle comunicazioni: i sindaci chiedono all’Asl Roma 5 di accelerare


I numeri giornalieri non rispecchiano la situazione reale. Così scoppia il caos

Ieri mattina i sindaci del territorio dell’Asl Roma 5 sono stati ricevuti in videoconferenza dal Direttore Generale della Asl Roma 5 Giulio Santonocito per sottoporre alla sua attenzione le criticità riscontrate nella gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19. In particolare è stato chiesto un intervento immediato per garantire un flusso più rapido nella trasmissione delle informazioni relative alle persone positive, in isolamento e in quarantena che, attualmente, vengono notificate ai sindaci con notevole ritardo.

I ritardi non ci mettono nelle condizioni di intervenire tempestivamente per monitorare l’andamento della curva epidemiologica sui nostri comuni – dichiara il sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna. Come pure di attivare le procedure straordinarie per la raccolta dei rifiuti speciali in sicurezza, di effettuare la sorveglianza attiva dei soggetti in isolamento e circoscrivere la nascita di eventuali focolai. A nostro giudizio – continua Sanna – inoltre la mancanza di comunicazioni tempestive e chiare da parte delle autorità competenti rappresenta un’anomalia che di fatto sta esponendo le nostre comunità ad elevato rischio di contagio. Sono passati quasi 8 mesi dall’inizio dell’epidemia, la Asl Roma 5 ha avuto il tempo per prepararsi e tutto questo non è accettabile. Ci chiediamo inoltre perché la nostra Asl non sia ancora pronta con un suo laboratorio all’analisi dei tamponi e perché debba ancora appoggiarsi su Roma e siamo infine contrari al blocco ospedaliero di tutte le operazioni in elezione; il Covid e l’emergenza non possono bloccare le cure e gli interventi normali di cui hanno vitale bisogno i nostri concittadini.

Sulla stessa linea il sindaco di Genazzano Alessandro Cefaro.

Come Sindaco ho fatto presente che spesso il risultato del tampone arriva al cittadino interessato, ma nessuna comunicazione viene trasmessa ufficialmente al Sindaco, se non con numerosi giorni di ritardo; ciò impedisce di comunicare gli aggiornamenti dei casi Covid alla popolazione e di intervenire in supporto degli operatori sanitari nella ricostruzione dei link. Questa disfunzione nelle comunicazioni, che riguarda numerosi Comuni, non fa altro che creare confusione ed allarmismo nella popolazione, per cui ad oggi sono a rinnovare ai cittadini il rispetto della normativa vigente per contrastare la diffusione del Covid ed in particolare indossare sempre la mascherina, evitare assembramenti in ogni luogo, igienizzare spesso le mani.

15 Ottobre 2020
Zagarolo: alunni in coda al drive-in di piazzale del mercato
15 Ottobre 2020
Tamponi rapidi e molecolari, cambiano le regole: nuovo accordo nella Regione Lazio

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *