Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Covid 19, le disposizioni per turisti e attività ricettive


Ecco i chiarimenti di Palazzo Chigi

“Sull’intero territorio nazionale gli spostamenti per motivi di turismo sono assolutamente da evitare. I turisti italiani e stranieri che gia’ si trovano in vacanza debbono limitare gli spostamenti a quelli necessari per rientrare nei propri luoghi di residenza, abitazione o domicilio”. Cosi’ palazzo Chigi, spiegando nel dettaglio il dpcm di ieri in cui si varano misure restrittive per fronteggiare il contagio da coronavirus. “Poiche’ gli aeroporti e le stazioni ferroviarie rimangono aperti, i turisti potranno recarvisi per prendere l’aereo o il treno e fare rientro nelle proprie case.

Si raccomanda – si aggiunge – di verificare lo stato dei voli e dei mezzi di trasporto pubblico nei siti delle compagnie di trasporto terrestre, marittimo e aereo”.
Come trova applicazione la limitazione relativa alle attivita’ di somministrazione e bar, alle strutture turistico ricettive? “Le strutture ricettive possono svolgere attivita’ di somministrazione e bar anche nella fascia oraria dalle ore 18 alle ore 6, esclusivamente in favore dei propri clienti e nel rispetto di tutte le precauzioni di sicurezza di cui al dpcm dell’8 marzo”, si spiega. Infine: come si deve comportare la struttura turistico ricettiva rispetto ad un cliente? Deve verificare le ragioni del suo viaggio? “Non compete alla struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche”. 

EGUI GLI AGGIORNAMENTI METTI MI PIACE


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: