Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Covid, meno vaccini per il Lazio. D’Amato: “Siamo preoccupati”


“Abbiamo sempre lavorato mantenendo il 30 per cento di scorte per i richiami che iniziano oggi”

La Pfizer ha comunicato, senza alcun preavviso, nel pomeriggio di venerdi’ 15 gennaio, che avrebbe unilateralmente ridotto le fiale destinate all’Italia nel corso della prossima settimana del 29%. La Pfizer ha altresi’ unilateralmente redistribuito le dosi da consegnare ai 293 punti di somministrazione sul territorio italiano. Di conseguenza, e in modo del tutto arbitrario, considerando che era gia’ stato comunicato dal Commissario Straordinario alle Regioni che da lunedi’ 18 gennaio una fiala avrebbe contenuto 6 dosi di vaccino, come da recenti indicazioni di Ema e di Aifa, nella prossima settimana a fronte delle 562.770 dosi previste, verranno consegnate 397.800 dosi”. Lo rende noto Invitalia. “Inoltre – prosegue Invitalia – l’arbitraria distribuzione decisa dall’azienda, non condivisa ne’ comunicata agli uffici del Commissario, produrra’ un’asimmetria tra le singole Regioni, con una differente riduzione delle consegne e con sei Regioni che non subiranno alcuna riduzione”.

Di seguito e’ la ripartizione delle dosi che verranno consegnate alle Regioni e il confronto con il precedente piano di consegne.
Abruzzo: dosi previste 9.360, dosi consegnate 9.360 (invariato).
Basilicata: previste 3.510, consegnate 3.510 (invariato).
Calabria: previste 15.210, consegnate 9.360 (-5.850). Campania, previste 43.290, consegnate 38.610 (-4.680). Emilia-Romagna, previste 52.650, consegnate 26.910 (-25.740).
Friuli-Venezia-Giulia, previste 15.210, consegnate 7.020 (-8.190).
Lazio, previste 51.480, consegnate 38.610 (-12.870). Liguria, previste 21.060, consegnate 18.720, (-2.340). Lombardia, previste 95.940, consegnate 70.200 (-25.740). Marche, previste 10.530, consegnate 10.530 (invariato). Molise, previste 3.510, consegnate 3.510, invariato.

 “Ci sara’ un rallentamento del piano vaccinale. Abbiamo sempre lavorato mantenendo il 30 per cento di scorte per i richiami che iniziano oggi per cui avremo una fase da oggi in poi in cui inizieranno i richiami e gli over 80”.
Cosi’ l’assessore alla sanita’ della regione Lazio, Alessio D’Amato, nel corso di un punto stampa organizzato allo Spallanzani.
“Sicuramente – aggiunge – siamo un po’ preoccupati e questo rallentamento non aiuta perche’ eravamo pronti a fare il salto di qualita’ con 10mila vaccinazioni al giorno. Con queste dosi potremo fare la meta’”.

17 Gennaio 2021
Timidi fiocchi di neve sui Monti Prenestini
17 Gennaio 2021
Rientro a scuola? “No grazie”. Scioperi ai Monti Prenestini

Sorry, the comment form is closed at this time.