Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Cynthialbalonga (calcio, serie D), La Vigna: “Questo è un gruppo forte, finiamo bene il 2023”

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga ha messo nel mirino l’ultima fatica ufficiale del 2023. I ragazzi di mister Marco Mariotti domani ospitano la Boreale penultima della classe e vogliono cercare di consolidare l’attuale terza posizione. “Cercheremo di ottenere un’altra vittoria dopo quella di domenica scorsa sul campo del Gladiator ultimo della classe – dice il centrocampista classe 1997 Nicolas La Vigna, uno degli ultimi arrivati nel mercato invernale – Vogliamo arrivare alla pausa nel modo migliore, anche se sappiamo che ci sarà da battagliare”. In casa la Cynthialbalonga ha perso qualche punto nella prima parte della stagione e mister Mariotti si è mostrato preoccupato per le condizioni del terreno di gioco dopo l’ultimo match interno con la Cavese: “Questa squadra ha diversi giocatori tecnici e chiaramente può essere penalizzante giocare su un campo non perfetto. Io l’ho visto solo una volta proprio contro la Cavese, comunque non deve essere una scusante: alla lunga i valori tecnici devono uscire comunque”. Il centrocampista milanese, che nella prima parte di stagione ha giocato con la maglia dell’Acireale, fa un passo indietro per parlare della sfida con il Gladiator, vinta grazie al gol di Falasca. “Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata e anche in quel caso abbiamo giocato su un campo non bellissimo. Siamo stati bravi a sbloccarla nel primo tempo, poi abbiamo gestito bene il vantaggio senza soffrire troppo e abbiamo portato a casa tre punti preziosi”. Il centrocampista spiega i motivi che l’hanno portato ad accettare la proposta della Cynthialbalonga: “In estate già c’era stato un interessamento: ero molto tentato, ma alla fine non si era arrivati a un accordo. Quando qualche mese più tardi la Cynthialbalonga è tornata alla carica non ho potuto dire di no. Questa è una società ambiziosa, solida e forte e poi c’è un allenatore di spessore che ho già incrociato da avversario quando ero alla Torres. Il gruppo mi ha accolto benissimo, sono tutti bravi ragazzi e la qualità tecnica della rosa è davvero alta”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: