Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Dal centro storico alla nuova viabilità. Lupi: “Ecco i nuovi progetti per Cave”

a cura della redazione

Il terzo mandato per completare il grande lavoro fatto fin qui ma anche per progettare un nuovo futuro per Cave.

Dopo l’investimento iniziale di 18 milioni di risorse nelle opere pubbliche negli ultimi 5 anni, la lista Cave città bene Comune per Angelo Lupi sindaco e’ pronta a realizzare nuove opere indispensabili che trasformeranno CAVE in un luogo nuovo e moderno, più efficiente, accogliente e organizzato.

Nel piano delle opere in programma predisposto dalla lista guidata da Lupi figurano servizi essenziali come la realizzazione del parcheggio nella zona retrostante il Palazzetto della Salute “Rita Dappi” e nuovi interventi sulla viabilità urbana e pedonale.

Si punta a una città più “green” con la realizzazione di impianti fotovoltaici sulle scuole, compostiere e l’incentivo all’utilizzo di biciclette nei nuovi sentieri pedonali

Tra i punti fondamentali del piano delle opere pubbliche figura la costruzione del nuovo plesso della scuola secondaria di primo grado IC G. Matteotti, la sistemazione del dissesto idrogeologico in località Santa Maria del Monte e l’ ampliamento del cimitero comunale con la realizzazione delle nuove parti.

Grande attenzione poi agli anziani con il miglioramento dei locali del centro anziani e ai disabili con l’adozione del PEBA (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche)

Infine, ma non certo per ultimo, focus sul centro storico, un tesoro di storia, cultura e tradizione che necessita di una cura e attenzione particolare per conservarne il fascino e l’eredità per le generazioni future.

La lista guidata da Lupi punta anzitutto alla rigenerazione di Palazzo Leoncelli con un Partenariato Pubblico Privato e alla realizzazione del progetto Borgo della “Città dei Presepi in Arte” come piano strategico di programmazione pluriennale per uno sviluppo economico sostenibile della città.

E poi riqualificazione di spazi abbandonati, trasformazione di giardini e parcheggi, realizzazione di nuovi percorsi naturalistici e nuove progettualità finalizzate alla promozione del patrimonio comunale all’interno del GAL Anius Pregius.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: