Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Dalla riqualificazione delle scuole a una nuova mobilità: così Colleferro guarda al 2024

Riceviamo e pubblichiamo

Il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione e il programma triennale delle opere pubbliche
Atti che mettono al centro dell’azione amministrativa il CITTADINO.



Con la consegna dei cantieri nelle scuole: dall’asilo Aladin, alla Dante, dalla prima pietra dell’IPIA, agli ulteriori lavori per la Leonardo Da Vinci, garantiamo strutture idonee e moderne ai giovani della nostra città.

La stagione teatrale, le presentazioni dei libri in biblioteca, il concorso lirico internazionale, la riapertura fissa dei rifugi e del museo archeologico, la prossima riapertura del museo Marconiano, la forte sinergia con le associazioni culturali che diventano protagoniste in un continuo confronto con l’amministrazione, rappresentano la cifra identitaria nell’ambito delle attività culturali della nostra città.

Il calendario dell’estate, le attività per il natale, la festa della birra e del vino, il lavoro che stiamo portando avanti al mercato coperto, garantiranno lungo tutto l’anno una stagione importante di animazione territoriale che sarà migliorata dagli ambienti della scuola di musica che stiamo realizzando, al secondo piano dell’Auditorium Fabbrica della Musica.

Finanziamo l’allestimento di nuovi parchi giochi nei giardini comunali, dopo aver piantato 400 alberi continuiamo con la piantumazione di nuove alberature con il progetto della forestazione urbana e grazie alla sistemazione dell’anfiteatro, destiniamo nuovi spazi per gli eventi estivi al parco del castello.

Il 2024 sarà l’anno in cui inaugureremo una vera rivoluzione per la mobilità nella nostra città. Sarà inaugurato il ponte che collega via Fontane dell’Oste con via Valle Sette Due, la riapertura di via Romana e il cantiere di via Consolare Latina. 

Realizzeremo, un nuovo percorso ciclo pedonale che attraversa la città e mette in comunicazione scuole e strutture sportive che i ragazzi potranno raggiungere con la massima sicurezza. Il potenziamento dell’illuminazione pubblica e i nuovi attraversamenti pedonali illuminati. I due nuovi cantieri delle piste ciclabili che creeranno un’arteria che dal 4 km arriverà alla stazione ferroviaria dello Scalo.

I progetti innovativi che trovano finanziamento nel bilancio. Il progetto dei Facilitatori digitali, uno sportello al pubblico per supportare l’accesso ai servizi on line della PA, la Smart city con la piattaforma di controllo delle utenze per evitare inutili sprechi; il progetto AMOI di cui daremo notizia il 29 gennaio che vedrà Colleferro insieme ad AVIO diventare un polo di alto profilo per la ricerca che si aggiunge alla già molto fiorente situazione universitaria della città, per la quale ci stiamo adoperando nel sostegno all’acquisto dei libri di testo.

Gli interventi di rigenerazione urbana già cantierizzati nei giorni scorsi, il palazzetto dello sport, la scuola di formazione ambientale di fronte la sala konver, il centro per l’autismo, 3 milioni di euro previsti per la messa in sicurezza delle mura e il recupero della ex chiesa e del granaio al Castello.
L’apertura del cantiere per la realizzazione della caserma dei vigili del fuoco e della messa in sicurezza della ex direzione generale della BPD che ospiterà l’aula consiliare del Comune.

Le società pubbliche comunali tutte in attivo, la partenza dei lavori di messa in sicurezza ambientale della discarica, la partenza delle operazioni di messa a terra della tariffa puntuale, aggiungono novità positive ad un lungo elenco che non possiamo qui riportare integralmente per questioni di spazio.

E poi le nuove sfide. Gli spazi da dedicare al Nuovo ospedale della Valle del Sacco sono presenti nella prospettiva urbanistica della città che vogliamo integrare sotto tutti i punti di vista: socio sanitario, residenziale, ricettivo ed industriale.

Un bilancio che fa sintesi tra le attività che sono in continuità con il lavoro fatto in questi anni e alcune che vorremmo contribuissero a far diventare Colleferro una città che si confronta con la modernità di una città europea, considerato il fatto che nel 2024 avremo la Vice Presidenza di CVA al fianco della città di Siviglia che avrà la Presidenza.

Il sindaco Pierluigi Sanna, 

l’assessore al bilancio Francesco Guadagno, 

l’assessore alla programmazione delle opere pubbliche Sara Zangrilli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: