Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Downburst, che cos’è il fenomeno che ha colpito oggi Valmontone. Il sindaco: “Sembrava un terremoto”

a cura della redazione

 

Un violento downburst (raffiche di vento lineari) si è abbattuto nel pomeriggio di Martedì 17 Gennaio nel Lazio in provincia di Roma, tantissimi danni sono stati registrati a Valmontone, ed hanno interessato numerosi edifici, infrastrutture e auto in sosta.

Le folate possono raggiungere velocità elevate, prossime o superiori ai 100 km/h.

I danni apportati riguardano una superficie ben più estesa rispetto a quella interessata da un tornado che è un fenomeno più localizzato e caratterizzato da raffiche di vento in rotazione ciclonica. Essendo associato a fenomeni temporaleschi è spesso accompagnato da forti precipitazioni e fulminazioni.

Per downdraft o downdraught s’intende una colonna d’aria in discesa veloce che impatta perpendicolarmente il suolo e si espande in tutte le direzioni, con moto orizzontale. Il regime dei venti è opposto a quello di un tornado.

 

Sembrava un terremoto. Sono state queste le prime parole del sindaco di Valmontone Alberto Latini dopo la violenta tromba d’aria che ha colpito una parte del territorio della città casilina creando distruzione lungo il suo percorso. Al momento in cui scriviamo si contano una trentina di case scoperchiate, pali della luce abbattuti, una decina di alberi crollati per il forte vento, tra cui anche un cedro secolare alto oltre dieci metri.

Sono nove le famiglie sfollate che da questa sera dovranno abbandonare le proprie abitazioni perchè dichiarate inagibili dai vigili del fuoco. Sul posto continuano a operare senza sosta numerose squadre della protezione civile, e poi volontari e pompieri di diversi reparti.

“Un evento mai visto da queste parti” – dichiara un soccorritore.

La tromba d’aria ha colpito in particolare le zone di via Gramsci, via Lanna via Don Alberto Proscio, Colle Belvedere

Al momento non si registrano feriti ma da domani inizierà la conta dei danni che si annuncia molto seria.