Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

È di Palestrina la befana interpretata dalla Cortellesi: il film in tv


L’anziana signora, originaria di Palestrina, che da 500 anni porta i regali a tutti i bambini deve vedersela con il cattivo di turno, Mr Johnny

È di Palestrina la befana interpretata da Paola Cortellesi in onda stasera su Rai 1.

Una favola moderna di Michele Soavi in cui l’attrice romana di giorno interpreta una maestra di scuola elementare e, allo scoccare della mezzanotte, si trasforma nella Befana.

Questa anziana signora, originaria di Palestrina, che da 500 anni porta i regali a tutti i bambini deve vedersela con il cattivo di turno, Mr Johnny, interpretato da Stefano Fresi, che vuole uccidere la Befana, e prendere il suo posto nel cuore dei piccoli“.

Una strega di Palestrina scampata al rogo nel XV sec. e non la vecchietta col fazzolettone tipica della tradizione popolare (che rimanda ai riti pagani legati al solstizio d’inverno), inoltre impreca come una persona qualsiasi e si comporta come una vera donna, che a cinque secoli di distanza continua a mantenere il suo segreto per il bene dei bambini.

Per essere Befana, non ho studiato molto, perché “ce l’ho dentro” ha detto col sorriso Paola Cortellesi alla presentazione del film “è una specie di supereroina, come lo sono tutte le donne, perché riescono a fare tutto. Il personaggio è molto bello perché è un doppio ruolo, non solo Befana ma anche una maestra che insegna ai bambini come ci si comporta in società, e che in squadra si vince sempre” sottolinea l’attrice.
 

Stefano Fresi invece, veste i panni di un villain, divenuto tale perché da bambino non ha ricevuto i regali dalla Befana, ed è cresciuto odiandola. Da adulto si è trasformato in Mr Johnny, un mefistofelico produttore di giocattoli, che vuole ammaliare i bambini con l’uso della forza.

“Mi hanno detto un film così lo può fare solo tu ed io sono stato subito felice, perché ci si nutre poco di film del genere, la mia passione vera” ha aggiunto il regista Soavi, che in passato ha frequentato sia al cinema che in tv, horror e fantasy.

(foto modificata del manifesto da “I ragazzi di Monte Ginestro”)


STANOTTE POSSIBILI NEVICATE ANCHE A PALESTRINA
5 Gennaio 2021
Asl Roma 5, 125 casi e 6 decessi. D’Amato: “La curva contagi tende a risalire”
6 Gennaio 2021
All’Ipia di Colleferro due nuovi indirizzi porfessionali

Sorry, the comment form is closed at this time.