Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

È la notte prima degli esami: debuttano le nuove prove

Al via gli esami di maturita’ con la prima e temuta prova dell’esame di Stato, quella di italiano:
domani alle 8.30 le sette tracce, divise in tre tipologie (A,B,C), faranno il loro debutto tra i banchi degli oltre 500 mila studenti italiani. Tante le voci che sono girate in questi giorni su possibili autori e argomenti: da Pirandello e Verga, ad argomenti decisamente piu’ attuali, come l’inquinamento globale e i migranti.
Il mistero sara’ finalmente svelato domattina, quando a tutti gli istituti scolastici coinvolti verra’ comunicato il codice di accesso al plico telematico delle prove che una volta scaricate verranno subito distribuite ai ragazzi. Le tracce saranno uguali per tutti gli indirizzi di studio e spazieranno su diversi ambiti: dall’artistico al letterario e filosofico, passando per quello scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico. Nella tipologia A, con due tracce, sara’ richiesta un’analisi del testo, nella B, per la quale sono previste tre tracce, l’analisi e la produzione di un testo argomentativo, infine nelle due tracce della tipologia C gli studenti potranno elaborare una riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualita’.


Il consiglio, piu’ volte ripetuto dal professor Luca Serianni, autorevole linguista che ha guidato per il Miur la task force per le linee guida sulla prova di italiano, e’ di non cominciare a scrivere di getto: la prima mezz’ora sarebbe bene impiegarla per riflettere sull’argomento da scegliere e per organizzare la scaletta. Gli studenti, come da tradizione, avranno a disposizione 6 ore per completare l’elaborato. Per i piu’ veloci sara’ possibile uscire prima, ma solo dopo le tre ore dall’inizio della prova. “Le tracce della prova di italiano – ha detto il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti – permetteranno a tutti di esprimersi al meglio. Spero che piacciano agli studenti e che abbiano l’imbarazzo della scelta”. Il ministro ha poi spiegato di essere impossibilitato a dire di piu’, ma ha assicurato che le tracce saranno su argomenti vicini ai ragazzi. “Confermo – ha aggiunto – che solo due persone hanno le tracce delle prove dell’esame di maturita’. Una e’ il ministro e l’altra non posso dirla. Al momento sono nascoste in un posto sicuro, io so dove sono”. Per Bussetti la maturita’ continua ad essere un momento importante nella vita di uno studente. “Si tratta – ha spiegato – della fine di un percorso, di una sorta di viaggio che ogni studente fa con i propri docenti e compagni di classe. Dopo l’esame i ragazzi iniziano a pensare al futuro. La maturita’ e’ quindi uno spartiacque”.

Giovedi’ si andra’ avanti con il secondo scritto, diverso a seconda degli indirizzi di studio che da quest’anno presenta una grande novita’: due materie anziche’ una. Al liceo classico le due materie scelte per la seconda prova saranno il latino e il greco, matematica e fisica per lo scientifico, scienze umane e diritto ed economia politica per il liceo delle scienze umane-opzione economico sociale, discipline turistiche e aziendali e inglese per l’istituto tecnico per il turismo, informatica e sistemi e reti per l’istituto tecnico indirizzo informatica, scienze degli alimenti e laboratorio di servizi enogastronomici per l’istituto professionale per i servizi di enogastronomia.
Per quanto riguarda la composizione della prova, invece, al liceo classico, sara’ articolata in due parti: una versione, un testo in prosa corredato da informazioni sintetiche sull’opera, preceduta e seguita da parti tradotte per consentire la contestualizzazione della parte estrapolata. Seguiranno tre quesiti relativi alla comprensione e interpretazione del brano e alla sua collocazione storico-culturale. Per lo scientifico, la struttura della prova riguardera’ la soluzione di un problema a scelta del candidato tra due proposte e la risposta a quattro quesiti tra otto proposte. Per i tecnici, la struttura sara’ costituita da una prima parte, che tutti i candidati sono tenuti a svolgere, seguita da una seconda, con una serie di quesiti tra i quali il candidato scegliera’ sulla base del numero indicato in calce al testo. Ad esempio per l’indirizzo amministrazione, finanza e marketing, l’elaborato consistera’ in una delle seguenti tipologie: analisi di testi e documenti economici attinenti al percorso di studio; analisi di casi aziendali; simulazioni aziendali.
Le prove scritte finiranno il 20 giugno, non ci sara’ piu’ il cosiddetto ‘quizzone’, cioe’ la terza prova scritta multidisciplinare.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??