Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Eccezionale nubifragio: danni e disagi tra Cave e San Cesareo

a cura della redazione

 

Quaranta minuti di pioggia intensa che hanno mandato in tilt la viabilità. È un’altra domenica di disagi quella che si è registrata nei Monti Prenestini, dove un’eccezionale ondata di maltempo ha causato diversi danni.

Per fortuna non si sono registrati feriti.

a Palestrina

Particolarmente colpita l’area tra Cave e San Cesareo sulla dorsale Prenestina.

A Cave piazza garibaldi si è trasformata per alcune ore in una piscina a causa di uno smottamento nella parte alta di Casali che ha riversato un enorme quantità di acqua sul centro storico. Per fortuna disagi contenuti grazie all’intervento della protezione civile che ha messo in sicurezza alcune famiglie. Smottamenti anche nella campagne di Palestrina dove si sono registrate almeno tre frane. La più grave quella in via Colle Belvedere della Stazione dove una fra ha sbarrato l’ingresso alle abitazioni ai residenti.

Allagata l’area della stazione di Zagarolo, dove i residenti hanno lanciato il grido di allarme: “I lavori non hanno dato i risultati sperati: urgono provvedimenti nell’area di Casa Romana”.

Cantine allagate anche a Valle Epiconia tra San Cesareo e Zagarolo.

Ultimo in ordine temporale la chiusura del casello di San Cesareo per allagamenti e danni e ai sistemi informatici.

a Colle Martino