Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

Elezioni, il boom di Fdl e il tonfo della Lega: Pd secondo partito nei comuni prenestini

Fratelli d’Italia si conferma primo partito anche nei Monti Prenestini dove con una percentuale vicina al 40% si afferma ovunque. È questo il dato che emerge dallo spoglio elettorale definitivo per le Politiche.

Da Plebiscito i dati a Bellegra, dove il partito di Giorgia Meloni raccoglie il 47%,  e poi a Cave 44%, Gallicano 44% e San Cesareo 41%

a Zagarolo

Pd secondo partito nel territorio con una media del 17%, seguito dai Cinque Stelle al 15%. Passo indietro per la Lega che nella “roccaforte” di Palestrina tiene botta alle Politiche raccogliendo il 10% alla Camera e 9% al Senato, un dato superiore a tutto il resto della provincia a sud di Roma.

A Zagarolo il partito di Salvini si ferma al 7%.

“Cento su 600 è tanta roba e se sono 100 motivati e preparati non ce n’è per nessuno…”. Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, durante la conferenza stampa dalla sede di Via Bellerio a Milano.

GLI ELETTI

Il centrodestra a valanga nei collegi uninominali di Camera e Senato delle province di Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone. La parte del leone, com’era prevedibile, l’ha fatta Fratelli d’Italia che ha eletto 4 deputati e un senatore. In particolare il deputato uscente di FdI, Marco Silvestroni, ha battuto con un consenso intorno al 50% Serena Gara (Pd), che si è fermata poco sopra il 22%, nel collegio uninominale di Guidonia Montecelio per il Senato. Il grillino Stefano Chirico ha ottenuto più del 16% e Ileana Piazzoni (Azione-Italia Viva) circa il 6%. Un altro deputato uscente di FdI, Mauro Rotelli, si è affermato nettamente, con quasi il 53% (oltre 106mila voti), sulla dem Linda Ferretti (poco sopra il 21%) nel collegio uninominale di Viterbo alla Camera. Intorno al 14% la pentastellata Rosita Cicoria, seguita da Luisa Ciambella, già candidata alle scorse comunali di Viterbo ed esponente del terzo Polo, con oltre il 6%. Il coordinatore di FdI del Lazio, anche lui deputato nella scorsa legislatura, Paolo Trancassini, resta alla Camera dopo avere battuto col 50,99% dei voti (109.627) l’esponente del centrosinistra Alessandra Clementini (23,06%), seguita da Roberto Casanica (M5S, 14,27%) e Vincenzo Marcorelli (Terzo Polo, 6,15%). La 36enne consigliera regionale del Lazio di FdI, Chiara Colosimo (molto vicina a Giorgia Meloni), entra per la prima volta alla Camera dei Deputati prendendo quasi il triplo dei consensi (54,51%, 88.897 preferenze) di Tommaso Malandruccolo del centrosinistra (19,58%, 31.966 voti). Più indietro Gianluca Bono del M5S (15,64%) e Tiziano Lauri (Terzo Polo, 6,16%).

Alla Camera siederanno Simonetta Matone, Fabio Rampelli, Antonio Tajani, Alessandro Palombi, Alessandro Battilocchio, Federico Freni e Luciano Ciocchetti, che entra ai danni del Dem Claudio Mancini (per lui probabile ingresso però con le liste plurinominali). Al Senato la sconfitta che fa più rumore è quella di Emma Bonino, candidata nel collegio Lazio U02. La leader radicale, sostenuta da tutto il centrosinistra, è arrivata al 33,2%, mentre Lavinia Mennuni di Fratelli d’Italia si è aggiudicata il 36,4%, guadagnando così il pass per Palazzo Madama. A consentire la vittoria del centrodestra sono stati i risultati di Carlo Calenda, al quale sono andate il 14% delle preferenze, e Alessandra Maiorino del M5S all’11,3%. Per il leader di Azione le porte del Parlamento si apriranno grazie al ripescaggio nelle liste plurinominali. Al collegio Lazio U04, Monica Cirinnà, candidata tra mille polemiche, è stata sconfitta da Ester Mieli. L’esponente del Pd ha avuto il 31% dei voti contro il 37,4 della candidata di centrodestra. La senatrice uscente del M5S, Giulia Lupo, ha ottenuto il 15,5%, mentre Maria Rita Iorio del Terzo polo è al 10%.

L’attuale presidente del Consiglio regionale del Lazio, Marco Vincenzi, si è fermato al 23,31%. Viviana Carbonara del M5S ha avuto il 15,89% dei voti, mentre Giovanna Marchese del Terzo polo il 5,02%. Infine, nel collegio U07, che comprende le zone di Roma Nord, Federico Freni, candidato del centrodestra e sottosegretario all’Economia uscente, ha ottenuto il 42% e ha staccato l’esponente del centrosinistra Carlo Romano, di Impegno civico, arrivato al 28,89%. Carola Penna del M5S si è fermata al 12,45%, mentre Valentina Grippo, consigliera alla Regione Lazio e candidata del Terzo Polo, ha preso l’11,94%.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: