Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Fortuna Music Award, sognare con la musica non è impossibile: a Palestrina è partita la sfida

Un festival musicale nel segno della “Fortuna”, come la Dea del Tempio di Palestrina dove è nata l’idea, che sia allo stesso tempo un augurio per i giovani cantautori a cui è rivolto. Nella splendida cornice del Mentelocale, storico circolo culturale dove è nata la musica di intere generazioni prenestine, è stato presentato ieri il Fortuna Music Award.

Tre parole per definire un progetto che sembrava destinato a rimanere in cantina e che invece è tornato a rivivere grazie al lavoro di tanti giovani e all’associazione culturale “Il Principe” guidata dal suo presidente Fulvio Pescetelli. Tre parole che intendono dare un’impronta locale e allo stesso internazionale a una manifestazione unica, mai pensata e realizzata sul territorio. Il suo logo, un microfono arancione, è un chiaro invito a cantare e a comporre, c’è solo un requisito da rispettare: si accetteranno solo “pezzi inediti”.

Insomma bisogna essere cantautori o compositori, e poco importa se si proviene dal genera classico o dal rap.

Il regolamento, ancora in via di definizione, è stato presentato alle istituzioni e alla stampa da Alice Ilardi, una delle organizzatrici della manifestazione. Il casting e la direzione artistica è affidata a maestri e compositori di alto livello come il maestro Mario Caporilli, supervisore e consulente della futura giuria già membro dell’associazione e direttore artistico del progetto della medesima associazione TIMELESS BAND. L’invito a collaborare é stato rivolto in oltre a grandi musicisti del territori, alle amministrazioni dei Monti Prenestini e soprattutto alla fondazione Giovanni Pierluigi di Palestrina.

Il festival è aperto a tutti i generi e a tutte le generazioni. Le iscrizioni partiranno a dicembre e si chiuderanno all’inizio della primavera: a fine maggio si partirà con il Fortuna Music Award. Ci saranno due premi in denaro: miglior canzone e miglior video musicale, in collaborazione con “400 film fest”. I concerti si terranno a Palestrina e negli altri centri dei Monti Prenestini, da San Gregorio da Sassola a San Vito Romano.

Così Palestrina e il suo territorio ricominciano a sognare con la musica, con il suo Principe Pierluigi e i suoi tanti giovani appassionati, per fare turismo e dare una speranza alla nuove generazioni.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??