Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Frascati Scherma, dominio totale: ecco il nono scudetto consecutivo, il sedicesimo della storia

Frascati (Rm) – Il Frascati Scherma è ancora una volta campione d’Italia. La Federazione ha ufficializzato la classifica delle società militari e civili ottenuta tramite i punteggi guadagnati nei campionati italiani delle varie categorie (Assoluti, Under 23, Under 20, Under 14, Master e Paralimpici) e ancora una volta il club tuscolano è risultato il migliore per distacco, issandosi in vetta con la bellezza di 16734 punti. Ampio il distacco sulle Fiamme Oro seconde classificate, distanti oltre duemila punti (14403). Chiude il podio un’altra società civile, ovvero quel Club Scherma Roma che con 11346 punti ha concluso la speciale classifica con oltre 5mila lunghezze di distanza dai tuscolani. Un dominio incontrastato che il presidente Paolo Molinari commenta così: “Nel corso degli anni abbiamo consolidato la nostra leadership in campo nazionale e internazionale, rimanendo competitivi in tutte le armi e in tutti i settori. Gestire degli atleti e farli diventare campioni non è semplice e l’aspetto fondamentale in questo senso è l’organizzazione. Questo ennesimo trionfo è la dimostrazione che riusciamo a reagire in modo eccellente alle variazioni della struttura organizzativa. I distacchi sulla seconda e la terza classificata sono notevoli e sono il frutto di una costante voglia di migliorarci e ampliarci, come è stato ad esempio col progetto della sede distaccata capitolina del “Pio XII” nata da qualche anno. Inoltre abbiamo vinto le classifiche dell’Under 14, dell’Under 20 e dell’Under 23, ottenendo il secondo posto tra gli Assoluti (dietro solo di una manciata di punti rispetto alle Fiamme Oro, ndr), ma anche i Master e il settore paralimpico hanno dato il loro contributo per arrivare a questo nono scudetto consecutivo. Il ringraziamento va a tutti quelli che credono nel progetto: dagli atleti ai tecnici e alle famiglie dei tesserati, ma anche all’amministrazione comunale che ci è costantemente vicina e alle aziende che ci sponsorizzano”. Il Frascati Scherma, nato nel lontano 1954, aveva vinto il suo ottavo scudetto nel 2016 (conquistandone quindi sette nei primi 62 anni di storia): da allora è stato un dominio totale e il club tuscolano non ha certo voglia di fermarsi. “Il numero dieci è sempre qualcosa di magico – sorride Molinari – Ripartiamo nella prossima stagione con un “margine” di oltre duemila punti che siamo fiduciosi di sfruttare. Siamo convinti di avere ragazzi giovani che nel tempo possano fare da “ricambio” ai grandi campioni che potranno interrompere la loro attività agonistica, come è accaduto forzatamente a Daniele Garozzo in questa stagione. Ci sono tutti gli strumenti per poter continuare a stare in testa a questa classifica”.