Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Genazzano, l’ultimo saluto a Peppino di Campobasso: lo storico arrotino

a cura della redazione

 

Si terranno oggi i funerali di Giuseppe Pompeo, conosciuto da tutti a Genazzano come Peppino di Campobasso, storico arrotino.

Giuseppe nasce il 14 Dicembre 1937 a Sant’Elena Sannita in provincia di Isernia. La sua avventura professionale, inizia il 4 luglio 1950 quando lascia la madre e i fratelli per seguire le orme del padre, arrotino. L’arte di affilare i coltelli è dunque per Giuseppe innanzitutto un patrimonio di famiglia nonché del suo paese Sant’Elena Sannita in Molise è noto per la secolare tradizione di affilatura di coltelli.

 

È il periodo del secondo dopoguerra: sono anni difficili in cui Giuseppe trasporta insieme al padre la sua ruota ambulante tra Roma, Napoli e Salerno, dormendo spesso all’aperto o in altri luoghi di fortuna e lavorando senza sosta per provvedere al sostentamento di tutta la famiglia.

Le occasioni di tornare a casa e rivedere i propri cari sono rarissime, ma in una di queste Giuseppe ha la fortuna di incontrare quella che sarà la donna della sua vita. Nel 1958, subito dopo essersi sposato, si stabilisce con la moglie Lucia a Genazzano, una scelta in parte casuale e in parte dettata dal fatto che in città la vita era decisamente troppo cara.

Nel frattempo Giuseppe regolarizza anche la propria posizione lavorativa iscrivendosi alla Camera di Commercio di Roma il 1 Gennaio 1957. Da allora ha continuato a far girare la sua ruota per i paesi della zona: prima spostandosi in bicicletta e poi in motorino grazie al progresso tecnologico, per passare infine al furgone. Decide inoltre, grazie alla collaborazione della moglie, di affiancare anche la vendita al dettaglio all’attività di arrotino aprendo la bottega in piazza D’Amico.

Ha svolto il suo lavoro incessantemente, come lui stesso voleva fino alla morte avvenuta ieri 23 dicembre nella sua abitazione. Peppino è sempre stato un instancabile lavoratore: sin da subito è stato messo alla prova dalla durezza dell’esistenza e ha dovuto affrontare tanti sacrifici, restando però sempre fiero ed orgoglioso del proprio lavoro.