Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Gianluca, morto sul lavoro. La mamma: “Aiutatemi a trovare chi ha ricevuto i suoi organi”

di Laura Ferri

 

Era il 24 febbraio del 2016. Furio Gianluca Abbafati, operaio edile di Zagarolo di quarant’anni padre di tre figli, moriva a seguito di un incidente sul lavoro. Fatale un volo di diversi metri da un’impalcatura sulla quale lavorava.

Una perdita alla quale, dopo quasi 7 anni, per parenti ed amici non è facile rassegnarsi. In queste ore la mamma di Furio Gianluca, la signora Luisa, ha lanciato via social una richiesta che la redazione di montiprenestini.info ha deciso di rendere nota per farla girare il più possibile tra le persone e magari farla arrivare ai diretti interessati. Sarebbe un bel regalo di Natale per questa dolcissima mamma.

A San Cesareo - Scopri di più
Buonasera a tutti sono la mamma di Abbafati Furio Gianluca, Ricci Luisa. Vorrei chiedere ai suoi riceventi se mi fanno un regalino per il Natale: che si faccia vivo qualcuno. Il mio grande eroe mi ha lasciato all'età di 40 anni con un brutto incidente sul lavoro. E’ avvenuto a Palestrina (provincia di Roma). Il 23 febrraio 2016 è stato trasportato all’Umberto Primo di Roma, il giorno successivo 24 febbraio è deceduto. Abbiamo deciso per la donazione degli organi perchè lui avrebbe voluto così. L'espianto è avvenuto la notte tra il 24 e il 25 febbraio. Il cuore donato ad un uomo di 49 anni di Udine con cardiopatia dilatativa; i polmoni trapiantati all’Ismett di Palermo, il fegato donato ad un uomo di 66 anni residente nel Lazio affetto da cerrosi criptogenetica; i reni sono stati donati uno ad un uomo di 39 anni residente nel Lazio e l'altro ad una donna di 41 anni residente in Abruzzo tutti e due in trattamento dialitico. Condividete tutti, grazie. Mamma Luisa.
A San Cesareo - CC La Noce