Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

GIORNO 2 – I contagi che aumentano, le prime multe e la stretta sugli spostamenti


Un’altalena di stati d’animo, la prima consapevolezza che qualcosa deve davvero cambiare

Potremmo usare un’espressione secca per riassumere il giorno 2 di questa emergenza Coronavirus: “ora non si scherza più”. Non scherza il Governo, che annuncia misure più restrittive, non scherzano le forze dell’ordine che mettono in pratica i provvedimenti eseguendo multe a go go tra Bellegra e Labico, dove oggi sette giovani sono stati denunciati solo perché volevano andare “a spasso” con i loro amici (LEGGI QUI). Non scherzano i sindaci, che in questa bellissima giornata di primavera con 19 gradi fissi anche in provincia, si sono accorti che forse c’è davvero bisogno di misure restrittive. Troppe persone nei parchi, ville e sentieri di trekking, come una bella vacanza green (LEGGI QUI)

Intanto oggi l’Oms ha annunciato la pandemia e nel territorio dell’Asl Roma 5 si sono registrati 4 nuovi casi, uno da confermare in via ufficiale, anche a Palestrina (LEGGI QUI). È un’emergenza che rischia di trascinarsi insomma ancora per molti mesi: c’è bisogno ora di intervenire e bisogna farlo tutti insieme.

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI METTI MI PIACE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: